-

Class CNBC
Share Video
Share Video
-04:40Live-04:40
Live

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

mercoledì 4 ottobre 2017

Trend rialzista non a rischio per ora: spunti sui finanziari


Trend rialzista non a rischio per ora: spunti sui finanziari
Di (KSE: 003160.KS - notizie) seguito riportiamo un'intervista realizzata a Enrico Malverti, Quant analyst  di Cybertrader, con domande sull'indice Ftse Mib e su alcune blue chips.
Il Ftse Mib a raggiunto il target dei 22.800 punti da lei segnalato in più di un’occasione nelle scorse settimane. Quali scenari si aprono ora a Piazza Affari?
Credo che quanto visto nella mattina del 4 ottobre dimostri la validità della resistenza a 22.800 punti che avevamo evidenziato come area target. Arrivato su questo livello il mercato italiano ha ceduto di schianto perdendo oltre l’1,5% in pochi minuti.
Per il momento si tratta solo di un piccolo fisiologico storno, una discesa fino a 22.200 punti non metterebbe a rischio il trend rialzista. Una successiva ritrovata forza con rottura della resistenza a 22830 ci porterebbe ad inquadrare il target successivo a 24.000 punti.
Ieri Ubi Banca ha ceduto il passo ad alcune prese di profitto, mentre si è difeso meglio Banco BPM. Quali strategie ci può suggerire per questi due titoli?
Le banche soffrono oggi a causa della stretta sugli NPL. Ubi Banca (Amsterdam: UF8.AS - notizie) è stato il primo titolo bancario a rompere nelle scorse settimane con grande forza le resistenze più importanti, nello specifico a 4,17 euro, aprendo scenari rialzisti piuttosto ambiziosi.
Credo che nel breve potrebbe stornare ancora ma questo dovrebbe essere una buy opportunità di medio termine, a meno che i supporti a 4,17 euro non vengano infranti.
Considerazioni simili le possiamo fare per Banco BPM, per il quale solo una discesa sotto i 3 euro cambierebbe l’impostazione tecnica attualmente votata al rialzo con un target a 4,75 euro.
Nel (Londra: 0E4Q.L - notizie) settore del risparmio gestito come valuta l’attuale impostazione di Azimut (Milano: AZM.MI - notizie) e di Banca Mediolanum? Consiglierebbe di acquistare questi due titoli sui livelli attuali?
Azimut è in fase laterale da giugno, ma il fatto che stia consolidando sopra il supporto a 17,34 euro fa ben sperare per l’autunno. Target probabile a 19.30 euro.
Banca Mediolanum ha invece una forte resistenza tecnica a 7.55 euro e finché non riuscirà a dare un segnale di forza tale da abbattere questo ostacolo, non potrà ambire a grandi apprezzamenti.
Tra gli assicurativi qual è il suo giudizio su Generali (EUREX: 566030.EX - notizie) e UnipolSai (Amsterdam: UQ8.AS - notizie) ? Quali sono i livelli da seguire per questi due titoli?
Generali ha una resistenza statica a 14 euro che ne sta frenando le ambizioni. Nel caso in cui il titolo avesse la forza di portarsi al di sopra, si aprirebbero spazi di salita ulteriore fino ad area 15 euro.
Per Unipolsai la situazione è meno convincente visto che il titolo ha sottoperformato finora Generali e il giudizio passerebbe da neutral a buy solo al superamento di 2 euro.
Quali sono i titoli che sta seguendo più da vicino in questa fase? A quali consiglia di guardare ora?
In watchlist ho FCA, Ferrari (Xetra: 30092157.DE - notizie) , STM (Shenzhen: 000892.SZ - notizie) , Terna (Amsterdam: TX6.AS - notizie) , Azimut ed abbiamo segnalato anche due certificati turbo nella rubrica di Ice Market Partners su Enel (Londra: 0NRE.L - notizie) e Telecom Italia (Amsterdam: TI6.AS - notizie) .

Nessun commento:

Posta un commento

CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

............
Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.