-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

martedì 24 ottobre 2017

TITOLI SOTTO LA LENTE PRIMA DELL'APERTURA

Le Borse europee dovrebbero aprire in lieve ribasso: future dell'indice EuroStoxx 50 -0,1%. 

WallStreet ha frenato, chiudendo in ribasso dopo il triplice record di venerdì, ma in Asia il rally delle azioni non ne ha risentito più di tanto: la Borsa di Tokyo ha chiuso in rialzo dello 0,5%, sedicesima seduta consecutiva di rialzo. 


Saipem (SPM.MI) ha chiuso il terzo trimestre con 271 milioni di euro di Ebitda rettificato, circa venti milioni meglio delle stime degli analisti: la sorpresa positiva arriva dall'area offshore drilling. Utile netto rettificato a 59 milioni di euro, in linea con le previsioni. A fine settembre il portafogli ordini era pari a 12,06 miliardi, nel terzo trimestre sono stati firmati contratti per 2,62 miliardi di euro. Confermati i target del 2017. 


Luxottica (LUX.MI) ha diffuso ieri sera i dati del terzo trimestre. I ricavi sono scesi del 3,5% anno su anno a 2,14 miliardi di euro. Il consensus si aspettava 2,17 miliardi. L'amministratore delegato Massimo Vian ha detto a Bloomberg che il 2017 si dovrebbe chiudere nella parte basse del range fornito. 

Unicredit (UCG.MI) ha comunicati i dati del trimestre, 

Banco BPM (BAMI.MI) avrebbe superato gli esami della Vigilanza della Banca Centrale Europea con un punteggio più basso di quello riportato dalle altre grandi banche italiane, lo riporta il Messaggero. 

Telecom Italia (TIT.MI) starebbe preparando un rincaro delle tariffe per la telefonia fissa. 

Beni Stabili . Exane ha tagliato la raccomandazione a Neutral. 

Società immobiliari italiane quotate: saranno investibili per i fondi PIR, lo scrive stamattina IlSole24Ore.


I mercati finanziari sono in attesa del nome del nuovo governatore della Federal Reserve. Su questo tema cruciale, è il Wall Street Journal ad avere sempre i retroscena più interessanti. Sembra che Janet Yellen non sia ancora del tutto fuori dai giochi, ma i due candidati favoriti, in questo momento, sono James Taylor, economista che insegna alla Stanford University, e Jerome Powell, ex dirigente di rilievo della banca centrale.

La prima sarebbe una nomina in piena continuità, la seconda di radicale rottura: Powell è sulle stesse posizioni della Yellen, in termini di politica monetaria, Taylor invece è la voce accademica più critica sul mantenimento di bassi tassi d'interesse. Donald Trump ha affermato che una decisione è imminente.

Altro tema cruciale, le trimestrali: questa settimana, 172 società dell'indice S&P500 pubblicano i dati del trimestre.

Il dollaro ieri si è rafforzato, a 1,174 su euro. Il rendimento del Treasury Bill è sceso a 2,37%. 

L'oro ha chiuso in lieve rialzo a 1.282 dollari.

Il petrolio Brent è scambiato stamattina a 57,5 dollari il barile, in lieve rialzo, dal -0,6% di ieri in chiusura.

Ieri sera, in un'intervista a Bloomberg, il ministro dell'economia Pier Carlo Padoan ha affermato che l'economia italiana puo' accelerare fino al 2%. Sul tema cruciale delle sofferenze bancarie, Padoan ha affermato che la velocita' dello smaltimento dei non performing loan e' importante, ''se troppo veloce'', si corre il rischio di far deragliare l'intero sistema.

Nessun commento:

Posta un commento

CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

............
Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.