-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

mercoledì 18 ottobre 2017

Sotto la lente dell'Analisi Tecnica

La lista che segue è composta da alcuni dei titoli appartenenti agli indici di Borsa Italiana, ritenuti tra i più significativi in base ai criteri di liquidità dell'analisi tecnica e tali da garantire una rappresentazione complessiva dei vari settori ICB italiani. L'analisi interpreta i valori di supporto e resistenza secondo un orientamento temporale di breve periodo (1-2 giorni).
Saras
Saras (+0,00%) ha riconosciuto a 2,14 circa un valido supporto, la linea che sale dai minimi di agosto e la media mobile a 20 periodi.

La permanenza sopra questi riferimenti accorcia la distanza dalla resistenza a 2,25/2,30, massimi di giugno ripetutamente testati negli ultimi quattro mesi. Sviluppi positivi giungerebbero quindi solo oltre questo limite, per obiettivi 2,55 circa, top del 2015. Flessioni sotto 2,16 euro riporterebbero i corsi in area 2,04, minimo del 20 settembre.
-Target: 2,55 euro
-Negazione: 2,04 euro
-RSI (14): neutrale
Banca Sistema
Banca Sistema (+5,32%) accelera al rialzo ricoprendo il piccolo gap ribassista lasciato aperto il 2 maggio scorso a 2,50 euro.

Oltre 2,67 il titolo potrebbe ambire a rivedere i massimi di marzo a 2,92 circa e puntare successivamente verso target a 3/3,10 euro. Al contrario, il ritorno sotto 2,40 invierebbe nuovi segnali di debolezza preludendo a un affondo verso 2,15, linea che sale dai minimi di dicembre 2016. 
-Target: 3,10 euro
-Negazione: 2,40 euro
-RSI (14): ipercomprato
Banca Ifis
Banca Ifis (-4,01%) sui minimi da inizio ottobre.
Il titolo estende la flessione avviata dai record a 49,67 scivolando sotto al minimo del 5 ottobre a 44,80. Conferme in tal senso potrebbero minare la struttura fortemente rialzista di brevissimo termine facendo temere un affondo verso la media mobile a 100 giorni in transito a 39,70 circa.
-Target: 51 euro
-Negazione: 44,80 euro
-RSI (14): neutrale
Exprivia
Exprivia (+10,66%) rimbalza con decisione dai supporti presenti in area 1,57/1,60.

Conferme oltre 1,74, top di metà settembre, aprirebbero la via al ritorno sui record del 30 maggio a 2,15 euro. Al contrario, discese sotto 1,52 farebbero temere l'avvio di una nuova fase di debolezza verso 1,24 poi fino a 1 euro e più in basso a 0,88 circa. 
-Target: 2,15 euro
-Negazione: 1,52 euro
-RSI (14): neutrale
YNAP
YNAP (-1,19%) scende verso 32,50 circa, base della fascia laterale in cui i prezzi si stanno muovendo da alcune settimane.
La permanenza sopra questo riferimento permetterebbe di conservare intatte le aspettative di crescita che oltre 34,50 si farebbero più concrete e permetterebbero di puntare a obiettivi a 34,89 euro, poi a 36,78 euro, top di dicembre 2015. Segnali di rallentamento giungerebbero invece al ritorno sotto 32,50, preludio a cali verso area 30.
-Target: 34,89 euro
-Negazione: 32,50 euro
-RSI (14): neutrale
(CC - www.ftaonline.com)
Autore: Financial Trend Analysis Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

............
Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.