-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

martedì 17 ottobre 2017

Sotto la lente dell'Analisi Tecnica


La lista che segue è composta da alcuni dei titoli appartenenti agli indici di Borsa Italiana, ritenuti tra i più significativi in base ai criteri di liquidità dell'analisi tecnica e tali da garantire una rappresentazione complessiva dei vari settori ICB italiani. L'analisi interpreta i valori di supporto e resistenza secondo un orientamento temporale di breve periodo (1-2 giorni).
Banco BPM
Ottima partenza per Banco BPM (+3,76%) che rimbalza dai supporti in area 3, minimi della scorsa ottava allineati a quelli dell'8 settembre e a contatto con la linea che sale dai minimi di novembre 2016.

Per intravedere segnali duraturi di ripresa sarà però necessario il ritorno sopra la media mobile a 20 giorni, a circa 3,31, per obiettivi sui massimi di ottobre a 3,576, poi resistenza a 3,68. Discese sotto i 3 euro preluderebbero invece al ritorno sul minimo di giugno a 2,664 euro
-Target: 3,68 euro
-Negazione: 3 euro
-RSI (14): neutrale
Stmicroelectronics
Stm (+0,65%) ha recentemente inviato un segnale di forza notevole grazie al superamento dei top del 2006 a circa 16,40 euro.

La permanenza sopra questo riferimento rappresenta dunque un elemento fondamentale per garantire continuità al rally partito nel 2016 per obiettivi a 17,34, top di inizio mese, poi verso 19,60, lato alto del canale che sale da luglio 2016. Sotto 16,40 invece supporti a 15,59, top di maggio, e a 15,09, gap del 7 settembre.
-Target: 17,34 euro
-Negazione: 16,40 euro
-RSI (14): neutrale
Tenaris
Tenaris (-0,34%) fatica a dare continuità alla reazione avviata la scorsa ottava da area 11,48, quota pari al 61,8% di ritracciamento del rialzo dai minimi di fine agosto.

Segnali di forza giungerebbero poi in caso di ritorno sopra 12,29, top di settembre, per obiettivi a 12,86, gap del 3 agosto, e 13,10 circa. Ritorno alla debolezza invece sotto 11,48 per 11 euro circa.
-Target: 13,10 euro
-Negazione: 11,48 euro
-RSI (14): neutrale
Piaggio
Piaggio (+1,45%) ha disegnato una fase laterale a ridosso dei massimi a 2,70/2,74.
Oltre questo limite il titolo potrebbe ambire al ritorno in area 2,80 e 3 euro, fino al test dei record del 2015 a 2,18 cira. La spinta perderebbe vigore invece nel caso di discese sotto 2,54, ma solo la violazione della linea che sale dai minimi di maggio, attualmente passante da 2,43 circa, anticiperebbe l'avvio di una fase correttiva.
-Target: 2,80 euro
-Negazione: 2,43 euro
-RSI (14): neutrale
Amplifon
Amplifon (-1,16%) debole dopo lo scivolone della scorsa ottava.

La violazione della trend line ascendente disegnata da agosto, a 13,30, ha compromesso la struttura rialzista di brevissimo termine e i prezzi potrebbero quindi tornare a mettere sotto assedio la media mobile a 100 giorni, passante da area 12,40 e la linea che sale dai minimi di dicembre 2016 a 12,20 circa.
La tenuta di questi ultimi sostegni potrebbe invece offrire la sponda per nuovi slanci verso obiettivi a 15 euro.

-Target: 15 euro
-Negazione: 12,20 euro
-RSI (14): neutrale
(CC - www.ftaonline.com)
Autore: Financial Trend Analysis Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

............
Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.