-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

lunedì 2 ottobre 2017

Settembre da incorniciare

 
I mercati chiudono alla grande il mese di settembre, con un’impennata finale che consente all’indice SP500 americano di realizzare l’ennesimo massimo storico a quota 2.519, spiccando il volo anche oltre la barriera psicologica rappresentata dalla cifra tonda, questa volta 2.500 punti.
Anche gli altri due indici USA in questo momento meno tonici, Dow Jones e Nasdaq100, pur senza riuscire a stabilire nuovi record, hanno avvicinato nuovamente la vetta statistica. 
Ma il semaforo verde venerdì ha regolato tutte le borse mondiali ed ha permesso all’indice che rappresenta il mercato azionario globale MSCI World di consolidare la performance da inizio anno al di sopra del 10%. 
Anche in Europa il mese si è concluso in gloria con un  indice Eurostoxx50 che è salito a settembre di oltre il 5%, seconda performance mensile dell’anno, ed ha rosicchiato un altro po’ della strada che ancora manca per ritornare ai massimi dell’anno, risalenti all’8 maggio scorso a quota 3666. Ora distano solo 72 punti.
Il nostro Ftse-Mib non poteva mancare all’appuntamento col rialzo, realizzando una performance mensile solo leggermente inferiore al 5%. Va notato comunque che il nostro indice azionario in precedenza ha evitato la correzione estiva portata dai venti di guerra coreani, che ha coinvolto un po’ tutti gli altri indici, e corre al rialzo praticamente da inizio febbraio, con il solo mese di giugno leggermente negativo. L’impresa ora si fa dura, poiché l’obiettivo del movimento si sta ulteriormente avvicinando. E’ la resistenza di 22.874, massimi di ottobre 2015, che sono a soli 178 punti, cioè assai meno di un punto percentuale dalla chiusura di venerdì scorso.
E’ chiaro che i mercati stanno continuando a salire spinti dall’euforia fiscale che il piano di Trump sta infondendo nell’avidità degli operatori. Nessuna delle molte minacce che circondano il paradiso terrestre delle borse sembra minimamente impensierire. Né la saga dei due pazzoidi nuclearizzati, che continuano a promettersi reciprocamente sangue e distruzione, né le convulsioni politiche nella vecchia Europa, dove in Spagna si sta giocando una partita tra governo centrale e indipendentisti della Catalogna che sembra scappata di mano ai protagonisti, dato ha già provocato quasi 1000 feriti e che, dopo il referendum di ieri, vede le due parti correre verso lo scontro, quando martedì verrà autoproclamata l’indipendenza catalana ed il governo Rajoy, dopo l’ennesima dimostrazione di incapacità politica, potrebbe coronare lo stupidario degli ultimi giorni con qualche altra eclatante dimostrazione di autoritarismo. Neppure le incognite sul futuro governo della Germania hanno scalfito per più di due giorni le certezze rialziste dei mercati.  
Insomma: le borse azionarie finora hanno snobbato tutto. Del resto occorreva terminare i trimestre sugli scudi e permettere all’industria del risparmio gestito di presentare ai clienti rendiconti brillanti.
Oggi parte l’ultimo trimestre dell’anno e con ottobre inizierà il tapering del bilancio della FED, l’inizio del processo di riduzione della montagna di titoli pubblici accumulati in 6 anni di QE.
La stagionalità dei mercati vuole che agosto e settembre siano tendenzialmente correttivi, mentre da ottobre a fine anno la statistica indica come probabile un rialzo culminante nel tradizionale rally di fine anno.
Ma quest’anno l’estate non ha portato il ribasso richiesto dalla stagionalità. Anzi, abbiamo appena descritto un mese di settembre da incorniciare. Le borse avranno ancora sufficiente benzina per spingersi al rialzo anche nell’ultimo trimestre, oppure quest’anno la stagionalità verrà rovesciata?
E’ la domanda che tutti si pongono, alla quale non si può rispondere col buon senso, che ci dice che le quotazioni sono già ben oltre quel che dovrebbero segnare in base ai fondamentali.
Occorre essere molto umili e lasciare che i mercati facciano quel che credono. Tanto non è possibile dirigerli, a meno di chiamarsi Yellen o Draghi.

Nessun commento:

Posta un commento

CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

............
Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.