-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

lunedì 30 ottobre 2017

Piazza Affari prova a ripartire: i top 2017 saranno violati?


Chiusura poco mossa e a due velocità oggi per le Borse europee che non sono riuscite a muoversi tutte nella stessa direzione. Il Ftse100 ha ceduto lo 0,23%, mentre il Cac40 ha terminato gli scambi con un impercettibile calo dello 0,01%, diversamente dal Dax30 che ha mostrato un lieve rialzo dello 0,09%.

Ftse Mib poco sotto i massimi dell'anno: cosa aspettarsi ora?

Ad avere la meglio è stata Piazza Affari che dopo essere rimasta ultima in Europa venerdì scorso, quest'oggi ha visto il Ftse Mib fermarsi a 22.752 punti, con un progresso dello 0,39%, dopo aver segnato nell'intraday un massimo a 22.790 e un minimo a 22.639 punti.


L'indice ha recuperato parte del terreno perso venerdì scorso, mantenendosi comunque al di sotto dei massimi dell'anno aggiornati proprio prima del week-end con un top intraday a 22.899 punti.
Per poter assistere ad una prosecuzione del rialzo nel breve sarà importante il superamento dell'ostacolo a 22.860/22.900, oltre cui sarà naturale un approdo sulla soglia psicologica dei 23.000 punti.
Oltre tale livello ci saranno ulteriori progressioni rialziste in direzione dei 23.200 punti prima e dei 23.500 punti in seguito.

Sarà questo l'ultimo baluardo da abbattere prima di un ritorno sui massimi del 2015 in area 24.000, da molto indicato come possibile target di fine anno per il Ftse Mib.
La mancata rottura dei 22.860/22.900 punti potrebbe favorire nuove incursioni ribassiste e in tal caso il primo sostegno da monitorare è in area 22.600/22.500.
Sotto questa soglia di prezzo la discesa proseguirà in direzione dei 22.300/22.200, per poi spingere le quotazioni sulla soglia psicologica dei 22.000 punti da cui è partito il recupero in atto che ha riportato nuovamente sui massimi dell'anno.
Il trend del mercato si conferma long, ma l'importanza dei livelli di prezzo raggiunti impone una certa cautela, in attesa di capire se il Ftse Mib sarà in grado da subito di spingersi ancora in avanti o se sarà costretto piuttosto a nuovi ripiegamenti prima di fornire ulteriori spunti al rialzo.

I market movers in America

Per domani sul fronte macro Usa oltre all'indice settimanale Redbook relativo alle vendite al dettaglio nelle maggiori catene americane, sarà diffuso l'indice relativo al costo dell'occupazione che nel terzo trimestre dovrebbe mostrare un rialzo dello 0,6% rispetto allo 0,5% precedente.
In calendario anche l'indice S&P Case Shiller che ad agosto è visto in salita del 6% su base annua rispetto al 5,8% precedente.

mentre l'indice Chicago PMI di ottobre dovrebbe calare da 65,2 a 60 punti. Per l'indice della fiducia dei consumatori ad ottobre si stima un rialzo da 119,8 a 120,3 punti.
Sul fronte societario da segnalare prima dell'avvio degli scambi a Wall Street i risultati degli ultimi tre mesi di mastercard e di Pfizer che per non deludere le attese dovranno centrare l'obiettivo di un utile per azione pari rispettivamente a 1,23 e a 0,65 dollari.

I dati macro e gli eventi in Europa

In Europa si segnala la chiusura della Borsa tedesca per via di una festività nazionale, mentre sul fronte macro è atteso il dato preliminare del PIL del terzo trimestre che dovrebbe salire dello 0,5% rispetto allo 0,6% del secondo trimestre.

Per l'inflazione preliminare di ottobre si prevede su base annua una variazione positiva dell'1,4% in confronto all'1,5% precedente, mentre per la versione "core" si stima una conferma dell'indicazione di settembre pari a +1,4%.
In calendario anche il tasso di disoccupazione che a settembre dovrebbe calare dal 9,1% al 9%.

In Francia è atteso il dato preliminare del PIL del terzo trimestre che dovrebbe confermare il rialzo dello 0,5% dei tre mesi precedente, mentre le spese per consumi a settembre sono viste in salita dello 0,2% in confronto al calo dello 0,3% precedente. 
In Italia sarà diffuso il tasso di disoccupazione di settembre previsto in riduzione dall'11,2% all'11,1%, mentre l'inflazione preliminare di ottobre dovrebbe salire dello 0,2% in confronto al calo dello 0,3% di settembre. 

I titoli da seguire a Piazza Affari

A Piazza Affari saranno resi noti i risultati del terzo trimestre di CNH Industrial, ma alla prova dei conti saranno chiamati anche Ansaldo-STS e Banca Carige.
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

............
Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.