-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

giovedì 26 ottobre 2017

Piazza Affari: possibile un aumento di volatilità con Draghi


Dopo gli spunti positivi delle ultime sedute, le Borse europee quest'oggi hanno conosciuto una battuta d'arresto, chiudendo gli scambi in calo. Il Ftse100 ha avuto la peggio con un ribasso dell'1,05%, mentre il Dax30 e il Cac40 sono scesi rispettivamente dello 0,46% e dello 0,37%.

Ftse Mib in frenata: le attese per le prossime ore

In rosso anche Piazza Affari dove il Ftse Mib si è fermato a 22.446 punti, con un calo dello 0,81%, dopo aver segnato nell'intraday un massimo a 22.671 e un minimo a 22.434 punti.


L'indice ha provato a spingersi oltre i massimi di ieri, salvo poi cambiare direzione di marcia e riportarsi al di sotto di area 22.500. Una conferma della perdita di questo livello costringerà a spostare nuovamente l'attenzione sui supporti e in particolare sui 22.350 punti prima e in seguito sui 22.200/22.150.
Il sostegno più rilevante resta quello di area 22.000, avvicinata la scorsa settimana, visto che sotto tale soglia la discesa del Ftse Mib proseguirà verso i 21.800/21.700 prima e in seguito in direzione dei 21.500 punti.


Un immediato ritorno dei corsi al di sopra dei 22.500 punti vedrà l'indice impegnato a testare nuovamente la soglia dei 22.650 punti, oltre cui diventerà probabile un approdo sui massimi dell'anno in area 22.800/22.850.
Solo con il superamento di quest'ultimo ostacolo si apriranno nuovi spazi di crescita con prima proiezione a 23.000 punti e target successivi a 23.200 e a 23.500 punti.

Nelle prossime ore Piazza Affari, al pari degli altri mercati europei, potrebbe andare incontro ad un incremento di volatilità, sull'onda delle indicazioni che arriveranno dal presidente Draghi in merito al tapering.      

I market movers in America

Domani sul fronte macro Usa si conosceranno le nuove richieste di sussidi di disoccupazione che dovrebbero salire da 222mila a 235mila unità.

Per l'indice home pending sales, relativo cioè alle vendite di case con contratti in corso, a settembre si stima un rialzo dello 0,3% dopo la flessione del 2,6% precedente.   
Da segnalare un discorso di Neel Kashkari, presidente della Fed di Minneapolis.
Sul versante societario da segnalare prima dell'apertura di Wall Street i risultati del terzo trimestre di Altria Group e di Celgene, con un eps atteso di 0,88 e di 1,87 dollari, mentre dai conti di Comcast e di ConocoPhillips ci si attende un utile per azione pari a 0,5 e a 0,08 dollari.

Prima dell'avvio degli scambi saranno diffusi anche i conti di Ford Motor e di Time Warner che per non deludere le attese dovranno centrare l'obiettivo di un eps pari rispettivamente a 0,33 e a 1,59 dollari. 
A mercati chiusi si guarderà alle trimestrali di Twitter e di Intel, dalle quali ci si attende un utile per azione pari a 0,07 e a 0,8 dollari, mentre per i conti di Alphabet e di Amazon le stime parlano di un eps di 8,33 e di 0,03 dollari.

In Europa occhio alla BCE e al discorso di Draghi

In Europa non sono previsti dati macro di rilievo e si guarderà alla Germania dove sarà reso noto l'indice relativo alla fiducia dei consumatori che a novembre dovrebbe rimanere invariato a 10,8 punti.

Lo stesso dato in Italia è atteso in calo ad ottobre da 115,5 a 114,5 punti, mentre l'indice relativo alla fiducia delle imprese, sempre ad ottobre, dovrebbe scendere da 110,4 a 110 punti.
L'evento clou della seduta sarà il meeting della BCE che dovrebbe lasciare invariati i tassi di interesse.
Da seguire la conferenza stampa del presidente Draghi che dovrebbe annunciare una riduzione degli acquisti mensili di titoli di Stato, a fronte però di un'estensione temporale del piano di quantitative easing.

I titoli e i temi da seguire a Piazza Affari

A Piazza Affari saranno diffusi i risultati del primo trimestre dell'esercizio 2017-2018 di Mediobanca e i conti del terzo trimestre di STM e Recordati.


A presentare i risultati trimestrali saranno anche Autostrade Meridionali ed Edison.
In agenda un'assemblea di A.S. Roma per l'approvazione del bilancio, la nomina del Cda e la delibera sull'aumento di capitale.
Da seguire l'asta dei titoli di Stato visto che saranno offerti CTZ con scadenza a due anni per un ammontare compreso tra 2,5 e 3 miliardi di euro e BTP indicizzati all'inflazione con scadenza nel 2028 per un importo tra 750 milioni e 1,25 miliardi di euro.  
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

............
Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.