-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

giovedì 26 ottobre 2017

Ora il voto è più vicino: passa l'esame il Rosatellum bis


Passa l'esame il Rosatellum bis. Dopo ben 8 voti di fiducia superati nell'andirievieni tra i due rami del Parlamento, la legge che regola il nuovo sistema elettorale, già approvata alla Camera, ha ottenuto il via libera definitivo del Senato con 214 voti.

Manca solo la firma di Mattarella

Per l'approvazione ufficiale del nuovo sistema, frutto di un accordo raggiunto tra Pd, Forza Italia, Lega e Alternativa Popolare, resta da attendere adesso solo la firma del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella.
Dopodiché, sgombrato definitivamente il campo dagli altri due frutti della fiorita industria del lessico elettorale italiano, l'Italicum (Camera) e il Consultellum (Senato),si potrà dire ormai con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale che i motori dei partiti per la corsa elettorale della prossima primavera sono definitivamente accesi.

La nuova legge

Con la nuova legge, si avrà adesso un sistema che mescola proporzionale e maggioritario: circa un parlamentare su tre, il 36% dei seggi (vale tanto per i senatori che per i deputati), verrà eletto in collegi uninominali, mentre il restante 64% degli scranni di Palazzo Madama e di Palazzo Montecitorio saranno riempiti seguendo un criterio proporzionale di lista.
Le nuove norme prevedono inoltre: che i listini non contengano meno di 2 candidati e più di 4; una soglia di ingresso del 3% per le singole liste, che diventa del 10% per le coalizioni, e una singola scheda che non prevederà il voto disgiunto: se si sceglie un candidato nel collegio uninominale, non si potrà votare per una lista che non sia con lui associata nella parte proporzionale.

I commenti

Soddisfazione tra le fila della maggioranza.

Per il capogruppo Pd al Senato, Luigi Zanda, la nuova legge è "necessaria per il funzionamento della democrazia, mentre per il suo omologo di Forza Italia, Paolo Romani, il nuovo sistema pone "le basi perché la prossima legislatura sia stabile, capace di rispondere alle esigenze dei cittadini italiani".
Dura sul fronte opposto la reazione del M5S, contrario alla legge insieme a M5S, Mdp e Sinistra italiana.
Il movimendo di Grillo, da cui sono arrivate le critiche più accese alla gestione del voto parlamentare, ha lasciato l'aula per protesta durante il voto e sarebbe pronto a organizzare una marcia al Quirinale per fare pressione sul Presidente della Repubblica perché non metta la sua firma.


Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

............
Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.