-

Class CNBC
Share Video
Share Video
-04:40Live-04:40
Live

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

giovedì 12 ottobre 2017

Mercato pronto al riscatto? I bancari sono l'ago della bilancia


Procede ancora in maniera disordinata l'andamento delle Borse europee che, in linea con quanto accaduto nelle sessioni precedenti, continuano a muoversi lungo binari diversi. A fine sessione il Ftse100 e il Cac40 sono scesi rispettivamente dello 0,06% e dello 0,02%, mentre il Dax30 è salito dello 0,17%.

Il Ftse Mib riconquista quota 22.500, ma non basta per ora

Conclusione in luce verde anche a Piazza Affari che oggi ha messo a segno la migliore performance in Europa, con il Ftse Mib fermatosi a 22.552 punti, in salita dello 0,97%, dopo aver segnato nell'intraday un massimo a 22.555 punti e un minimo a 22.314.
L'indice sembra aver trovato in area 22.300/22.250 un valido sostegno che almeno per il momento si è mostrato capace di contenere la spinta ribassista.

La reazione odierna è senza dubbio positiva, ma andrà verificata nelle prossime ore, visto che già giovedì scorso il Ftse Mib aveva raggiunto in chiusura di sessione i valori odierni per poi tornare a perdere terreno il giorno successivo.
Solo una conferma consolidata al di sopra dei 22.500/22.550 punti aprirà le porte ad ulteriori apprezzamenti che avranno un primo obiettivo sui massimi dell'anno in area 22.800/22.850 e un target successivo sulla soglia psicologica dei 23.000 punti.
Ritorni al di sotto di area 22.500 costringeranno a spostare nuovamente l'attenzione sui minimi delle ultime sedute a ridosso dei 22.300/22.250 punti.

Negativo sarà l'abbandono di questo livello che porterà ad una prosecuzione delle vendite in direzione dei 22.000 punti. Oltre quest'area ci sarà spazio per un ribasso più marcato verso i 21800/21.700 prima e i 21.500 punti in un secondo momento.
Molto dipenderà a questo punto dal comportamento del settore bancario che in questo momento rappresenta il principale motore del mercato, capace di risalire la china non appena arrivano segnali positivi dai bancari.   

I market movers in America

Oggi sul fronte macro Usa saranno rese note le nuove richieste di sussidi di disoccupazione che dovrebbero calare da 260mila a 255mila unità.

Per i prezzi alla produzione di settembre le stime parlano di una variazione positiva dello 0,3% rispetto allo 0,2% precedente, mentre la versione "core" dovrebbe mostrare un rialzo dello 0,1%, in linea con la lettura di agosto.
Un'ora e mezza dopo l'avvio degli scambi a Wall Street sarà diffuso da parte del Dipartimento dell'energia il report sulle scorte strategiche di petrolio.

In calendario i discorsi di Lael Brainard e di Jerome Powell, membri della Federal Reserve.
Sul fronte societario da seguire prima dell'apertura di Wall Street i risultati del terzo trimestre di Citigroup e di Jp Morgan che per non deludere le attese dovranno centrare l'obiettivo di un utile per azione pari rispettivamente a 1,3 e a 1,65 dollari. 

I dati macro e gli eventi in Europa

In Europa è atteso il dato della produzione industriale di agosto che dovrebbe salire dello 0,3% rispetto allo 0,1% del mese precedente.


Nel pomeriggio è in calendario un discorso del presidente della BCE, Mario Draghi.

I titoli da seguire a Piazza Affari

A Piazza Affari si segnalano i risultati del primo semestre dell'esercizio 2017-2018 di Unieuro, ma saranno da seguire anche i titoli del settore oil in vista del report sulle scorte strategiche Usa.
Uno sguardo all'asta dei titoli di Stato visto che saranno offerti BTP con scadenza nel 2020 per un importo tra 3,5 e 4 miliardi di euro, mentre quelli con scadenza nel 2025 saranno messi all'asta per un ammontare tra 1,5 e 2 miliardi di euro e quelli con scadenza 2024 per un totale compreso tra 1 e 1,5 miliardi di euro.  
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

............
Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.