-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

venerdì 20 ottobre 2017

Mercati di nuovo nervosi. Prossimo step: la Bce. Le previsioni

Ieri si è registrato il ritorno dell'avversione al rischio sui mercati europei mentre anche quelli statunitensi hanno pensato di calmare la propria euforia.

Cosa è successo

Ecco allora che nel trentesimo anniversario del Black Monday le Borse iniziano a dare segni di nervosismo.
Una coincidenza che, ad ogni modo, da da pensare soprattutto visto che il recente ottimismo dei listini, soprattutto Usa, è stato in grado di superare senza problemi ogni tipo di minaccia, dalla crisi geopolitica internazionale fino a arrivare alla catastrofe naturale, passando per le varie incognite dettate dalle urne.

Ieri, a Piazza Affari, ai cali di FCA, Leonardo e Saipem, si associa un'Europa che ha chiuso in negativo e una Wall Street in ordine sparso. Piazza Affari ha chiuso con un passivo dell'1% confermandosi maglia nera d'Europa visto che il Cac 40 non va oltre il -0,3%, il Dax si ferma a -0,4%, il Ftse 100 a -0,26% mentre dall'altra parte dell'oceano Wall Street ha registrato alal fine della seduta il DJ e l'S&P500 in frazionale rialzo rispettivamente dello 0,02% e 0,03% su un Nasdaq in calo dello 0,3%.
Le cause, sprattutto per l'indecisione del Vecchio Continente, possono essere facilmente individuate nell'evoluzione della questione catalana con la minaccia di sospensione dell'autonomia mentre dagli Usa il problema più evidente non è tanto la politica, fattore finora determinante, quanto i problemi di Apple.

Il gigante di Cupertino, infatti, ha visto le previsioni sugli ordini dei nuovi iPhone 8 rivisti al ribasso addirittura del 50% proprio nel periodo più fecondo delle vendite, ovvero quello natalizio. A peggiorare le cose un quadro macro piuttosto pesante con un Pil della Cina al 6,8% nel terzo trimestre in calo ulteriore dopo il +6,9% precedente e un Regno Unito in crisi sulle vendite al dettaglio a -0,8% contro attese che non andavano oltre -0,1% atteso.
Partendo da un quadro del genere, gli analisti aspettano le prossime mosse della Bce, l'unico market mover all'orizzonte.

Uno sguardo sulla Bce

Una delle poche certezze che accomuna le previsioni sembra essere quella di un programma di QE nuovamente ricalibrato con il taglio sulle quote di acquisti e una dilazione sul calendario in vista di un rialzo dei tassi che rappresenterebbe, a questo punto, lo step successivo dal momento che lo stesso governaotre della Bce, Mario Draghi, ha tenuto a precisare che i tassi ai minimi o comunque a livelli bassi, saranno una caratteristica che accompagnerà ancora a lungo i mercati.

In questo caso gli esperti si dividono. Attualmente il passo della Bce è quello di 60 miliardi di euro di acquisti mensili che potrebbero essere decurtati anche con una percentuale consistente: 30 miliardi di euro per altri 9 mesi, è l'ipotesi pronosticata da Bank of America-Merrill Lynch, con un eventuale rialzo sui tassi che non arriverà prima del primo semestre 2019.
Diversa, invece, la posizione di Hsbc: da loro si pensa ad un'estensione del QE di sei mesi a un ritmo di 40 miliardi di euro di acquisti. Anche Mirabaud opta per i 40 miliardi, in particolare, grazie ad una ripresa economica sempre più concreta, soprattutto sul fronte della produzione industriale e sul settore auto e confermata anche dai vari risultati pubblicati per il Pmi; per quanto riguarda l'inflazione i dati di settembre, invece, si deve innegabilmente registrare un blocco e l'assenza di ogni spinta rialzista.

Ubs Wm Italia, sembra conciliare la tesi di una diminizion edegli acquisti tra i 30 e i 40 miliardi al mese per 9 mesi, più che altro in attesa di uno schiarimento sulla situazione politica internazionale: infatti all'Italia e alla Spagna, ricordano, si devono aggiungere le incertezze di una Germania in cerca di governo come anche i Paesi Bassi mentre l'Austria ha registrato nelle sue ultime consultazioni elettorali un'evidenze sferzata a destra.
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

............
Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.