-

Class CNBC
Share Video
Share Video
-04:40Live-04:40
Live

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

martedì 3 ottobre 2017

Le difficoltà delle compagnie low cost, quante continueranno a volare?

L’eccessiva offerta di posti ha fatto crollare i prezzi e la sterlina debole ha fatto il resto, decretando il crack della Monarch.
Monarch Airlines è soltanto l’ultima vittima. La compagnia britannica è stata rovinata dal calo costante delle tariffe innescato dalle compagnie low cost e imitato da quelle classiche, dalla Brexit e dagli attacchi terroristici a Parigi, Bruxelles, Londra e Barcellona. La profezia viene lanciata dal patron di Ryanair: “Alla fine ne resteranno soltanto cinque: noi, il gruppo Lufthansa, Air France-Klm, Iag (holding di British Airways, Aer Lingus, Iberia, Vueling, ndr) e forse Esyjet”, ripete da settimane Michael O’Leary, al comando della principale low cost d’Europa.
Non lo dice solo lui. L’opinione è ormai diffusa anche tra altri capi delle compagnie aeree, praticamente tutti concordano sulla dinamica, ma nessuno si sbilancia sui numeri: nei prossimi mesi i vettori che volano nei cieli europei è destinato a diminuire inesorabilmente. Le cause? Fallimenti, acquisizioni e spartizioni. Per capirlo, basti chiedere a Air Berlin, seconda compagnia della Germania, fallita a Ferragosto, che dovrebbe essere spartita tra Lufthansa e EasyJet.
La verità è che i voli a breve e medio raggio non sono più profittevoli come una volta. Sono fonte di emorragie economiche per alcuni vettori tradizionali, in questo caso chiedere ad Alitalia, e da poco anche per qualche low cost più piccola che conta su una flotta poco numerosa e su pochi collegamenti in aeroporti iper-serviti. Le principali low cost, Ryanair e EasyJet, si sono concentrate nelle località di villeggiatura già servite da Monarch e ritenute più sicure, al riparo da instabilità politica e dall’estremismo religioso, come Portogallo, Spagna, Italia e Grecia. L’eccessiva offerta di posti ha fatto crollare i prezzi e la sterlina debole ha fatto il resto, decretando il crac della Monarch.
Secondo gli analisti le altre piccole e medie low cost sono destinate all’estinzione.Fallimento o acquisizione, non ci sono altre soluzioni. E’ solo una questione di tempo. E potrebbe essercene ancora meno, nel caso di aumento del prezzo del petrolio.

Nessun commento:

Posta un commento

CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

............
Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.