-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

mercoledì 18 ottobre 2017

L'Angolo del Trader

Yoox Net-A-Porter Group in flessione dopo che la britannica Asos ha archiviato l'esercizio al 31 agosto con utile pre-tasse a 80 milioni di sterline dai 32,7 del precedente e ricavi a +33% a/a a 1,92 miliardi di sterline. Questo ultimo dato ha però deluso il mercato in quanto il consensus degli analisti era per ricavi a 1,94 miliardi.
Asos ha iniziato la seduta in rosso a Londra ma ha poi rapidamente recuperato terreno e ora segna +1,8%. Stranamente YNAP non riesce ad accodarsi al recupero della rivale e resta ben al di sotto della parità. Nella prima parte della seduta di martedì il titolo è sceso a testare a 32,50 circa la base della fascia laterale in cui i prezzi si stanno muovendo da alcune settimane.

La permanenza sopra questo riferimento permette comunque di conservare intatte le aspettative di crescita che oltre 34,50 si farebbero più concrete e permetterebbero di puntare a obiettivi a 34,89 euro, poi a 36,78 euro, top di dicembre 2015. Segnali di rallentamento giungerebbero invece in caso di ritorno sotto 32,50, preludio a cali verso area 30, quota pari al 38,2% di ritracciamento del rialzo dal flesso di giugno.
Interpump tocca il nuovo massimo storico a 27,82 euro grazie a un report di Kepler Cheuvreux.

Gli analisti del broker hanno incrementato il target del titolo da 28,00 a 29,50 euro e confermato la raccomandazione buy. Kepler prevede buoni risultati trimestrali e migliora le stime per il triennio 2017/2019. Il cda per l'esame e l'approvazione dei dati del terzo trimestre è in programma per l'8 novembre.
Anche Banca Akros recentemente aveva confermato sul titolo la raccomandazione positiva "accumulate" con prezzo obiettivo a 27,8 euro. I prezzi si sono spinti martedì fino a quota 27,82 euro dopo avere terminato il giorno prima a 26,35 euro. A 27,20 le quotazioni si sono lasciate alle spalle il picco record del 2 giugno, una resistenza che si era dimostrata successivamente solida respingendo gli assalti dei rialzisti a inizio agosto.

Tutta la fase laterale degli ultimi mesi diventa ora il trampolino a partire dal quale il rialzo potrebbe estendere almeno fino in area 31,50 euro, target ottenuto proiettando verso l'alto la ampiezza della fase laterale stessa dal punto della sua rottura. Oltre quei livelli resistenza a 34 euro.
Il ritorno a testare dall'alto il top di maggio a 27,20 o quello di agosto a 26,73 sarebbero da inquadrare come un "return move", una flessione correttiva destinata a lasciare il posto alla ripresa del rialzo verso gli obiettivi indicati. La violazione di area 26,70 potrebbe invece fare temere ribassi più consistenti con obiettivo almeno sui minimi di agosto a 23,52 euro.
Salini Impregilo si prepara a realizzare un'importante operazione di rifinanziamento del debito a lungo termine per un ammontare complessivo di circa un miliardo di euro.

A fine giugno il debito lordo complessivo del gruppo era pari a 2,47 miliardi di euro, mentre l'indebitamento netto si attestava a 785 milioni di euro circa. L'obiettivo dell'operazione di rifinanziamento è quello di "rafforzare ulteriormente la struttura finanziaria del Gruppo riducendo significativamente il costo del debito, estendendo contemporaneamente la durata e portando circa l'80% delle scadenze oltre il 2020".
In base ai dati reperibili sul sito di Salini Impregilo, a fine 2016 il debito a medio/lungo termine ammontava a circa 1,7 miliardi di euro, di cui 641 milioni con scadenza 2021, ovvero solo il 38% del totale. Il rifinanziamento, che apporterà quindi un netto cambiamento alla struttura temporale del debito a lungo, avverrà tramite l'emissione di bond con scadenza a 7 anni per 400 milioni di euro circa e l'accensione di linee di credito per 580 milioni.

L'analisi del grafico di Salini Impregilo evidenzia il rimbalzo dai supporti a 2,80/2,85 euro partito in agosto e l'accelerazione della scorsa settimana, con il titolo sui massimi da maggio 2016. Le quotazioni sono ora in attesa dello spunto capace di allontanarle definitivamente dalle resistenze a 3,40/3,45 e lanciare l'attacco all'ostacolo dinamico rappresentato dalla linea discendente tracciata dal massimo di fine 2013, attualmente in transito per 3,68 circa.
Una vittoria su questo riferimento determinerebbe un netto miglioramento del quadro grafico di medio/lungo periodo, prospettando estensioni con primo obiettivo a 3,90 circa. Discese sotto area 3,35 anticiperebbero invece un test delle ex resistenze a 3,15/3,20, ora supporti decisivi per scongiurare un'inversione di tendenza.
(SF - www.ftaonline.com)
Autore: Financial Trend Analysis Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

............
Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.