-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

martedì 24 ottobre 2017

EUROPEAN MORNING BRIEFING: 24 ottobre 2017

MILANO (MF-DJ)--Il ministro della Difesa del Giappone, Itsunori Onodera, ha puntualizzato che la minaccia rappresentata dalla Corea del Nord ha raggiunto un livello "senza precedenti, critico e imminente". Inoltre Tokyo condivide la visione degli Stati Uniti d'America secondo la quale "tutte le opzioni sono sul tavolo", quindi anche quella militare. Nel frattempo, sul fronte macroeconomico, gli investitori restano in attesa della pubblicazione dei Pmi dell'Eurozona preliminari di ottobre. Mercato azionario E' prevista un'apertura cauta sui listini azionari europei, con il future sul Dax in calo di 4 punti e quello sul Ftse 100 di 12 punti. Le Borse asiatiche trattano intorno alla parita' in attesa di novita' che potrebbero emergere dal 19* Congresso del partito comunista cinese. Inoltre gli investitori restano in attesa della scelta del presidente Usa Donald Trump sul prossimo presidente della Federal Reserve. "Sia il mercato valutario che quello azionario stanno aspettando notizie su chi verra' messo a capo della Fed", conferma Ric Spooner, analista capo di Cmc Markets. A Wall Street infine i listini hanno aggiornato i record intraday nel corso della seduta, ma hanno poi rallentato, chiudendo in territorio negativo. Il Dow Jones e' sceso dello 0,23%, l'S&P 500 dello 0,4% e il Nasdaq Composite dello 0,64%. Nel frattempo prosegue la stagione delle trimestrali. "Penso che il trend generale" dei conti societari "sia ancora piuttosto positivo", sottolinea Jeremy Bryan, portfolio manager di Gradient Investments. Valute Il dollaro ha perso terreno durante la seduta asiatica dopo essere salito sui massimi da tre mesi in scia alle aspettative del mercato sui tagli alle tasse negli Stati Uniti. Il presidente Usa, Donald Trump, ha affermato di essere fiducioso del fatto che la riforma fiscale arrivera' entro fine anno. Detto questo, secondo Steven Barrow, strategist di Standard Bank, al momento c'e' qualche modesta pressione al ribasso sul biglietto verde, trend che potrebbe durare da qui a fine anno. Gli investitori restano poi cauti in attesa della pubblicazione del Pil Usa del terzo trimestre. Per quanto riguarda invece l'euro, per gli analisti di Jp Morgan l'annuncio del tapering da parte della Bce dovrebbe essere "marginalmente costruttivo" per la moneta unica, ma l'upside della valuta dovrebbe essere limitato dato che il presidente Mario Draghi "probabilmente enfatizzera' la sua forward guidance da colomba sui tassi". Entrando nello specifico dei cambi, l'euro/usd, in attesa della riunione della Bce di giovedi', tratta sotto 1,18 a 1,1755, l'usd/yen e' sopra 113 a 113,44 e il gbp/usd appena sopra 1,32 a 1,3215. Titoli di Stato Il rendimento del Treasury decennale ha chiuso in ribasso al 2,375% rispetto al 2,381% di venerdi' scorso, con gli investitori che restano cauti in attesa della nomina da parte del presidente Usa, Donald Trump, del nuovo numero uno della Federal Reserve. Diversi analisti sottolineano che le implicazioni per la politica monetaria della Fed potrebbero cambiare in maniera significativa a seconda del candidato scelto. John Taylor e Kevin Warsh sono visti piu' falchi dagli investitori, mentre Janet Yellen e Jerome Powell piu' colombe. Gli investitori restano poi in attesa della riunione di giovedi' della Banca centrale europea. "Potrebbe essere un punto di svolta nelle tempistiche di cancellazione dell'accomodamento", sottolinea Holly MacDonald, chief investment strategist di Bessemer Trust. Una qualsiasi estensione inferiore ai nove mesi del programma di allentamento quantitativo da parte della Banca centrale europea potrebbe portare a un sell-off dei Bund decennali tedeschi, aggiungono gli analisti di Nomura, spiegando che qualora il Qe fosse prolungato fino a un massimo di sei mesi oltre la scadenza di dicembbre, lo stesso effetto potrebbe essere causato anche da una riduzione modesta da 60 a 40 mld di euro degli acquisti mensili di titoli da parte dell'Istituto di Francoforte. Petrolio I prezzi del petrolio trattano in leggero rialzo, con un incremento dello 0,2% circa. Oro Il prezzo spot si attesta a 1.281,38 usd/oncia. alb alberto.chimenti@mfdowjones.it

Nessun commento:

Posta un commento

CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

............
Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.