-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

lunedì 30 ottobre 2017

Conferma rialzista per Eurostoxx

Eugenio Sartorelli Investimentivincenti.it

lunedì 30 ottobre 2017

Vediamo di fare un’analisi approfondita dei più importanti indicatori legati alle Opzioni sul principale Indice Europeo, ovvero l'indice VStoxx, per vedere di trarre qualche utile indicazione sulla fase attuale e le prospettive dei mercati del continente.

Ricordo che gli indici di Volatilità Implicita, sono strettamente legati ai prezzi delle Opzioni e quindi alle aspettative che queste hanno sui potenziali andamenti futuri dei mercati.

Iniziamo con il Vedere il 1° Grafico che riguarda l'indice VStoxx- dati giornalieri a partire da ottobre 201 ed aggiornati alla chiusura del 27 ottobre:

Come si vede il VStoxx ha fatto l'ultimo picco massimo di rilievo il 16 giugno 2016 (vedi freccia blu) poco prima dell'importante minimo dell'Eurostoxx legato alla Brexit. Da lì l'indice ha avuto una chiara tendenza crescente. Il Vstoxx ha avuto una tendenza in discesa (che confermava la forza dei prezzi) con due chiari picchi su livelli oltre la media storica (vedi frecce verdi): uno il 4 novembre 2016 legato alle presidenziali Usa; uno secondo il 18 aprile (vedi freccia rossa) legato alle presidenziali in Francia.

Attualmente siamo su livelli inferiori alla fascia bassa determinata su base storica e su valori intorno al 12,5%. Pertanto per ora non si vedono possibili minacce di un brusco arresto della tendenza rialzista, anche se è bene ricordare che improvvise crescite di Volatilità (legate a correzioni dei mercati) difficilmente forniscono segnali anticipatori.

Senza mostrarlo, vi dico che l'analogo grafico per la Volatilità Implicita legata all'Indice Dax (il VDax) fornisce indicazioni del tutto simili.

Per avere una ulteriore visione del mercato ci affidiamo ad un Indicatore composto dal rapporto di Volatilità Implicita con una opportuna Volatilità storica:

Come si vede dal grafico, questo indicatore (linea verde) tende ad assecondare i trend principali del mercato (talvolta con un certo ritardo temporale), anche se è comunque uno strumento più complesso da decifrare.

Qui è interessante notare come da fine luglio (vedi freccia verde in baso) questo Rapporto di Volatilità abbia avuto una costante crescita sino al 25 ottobre, poi una brusca diminuzione nei giorni successivi (vedi rettangolo punteggiato a dx).

Andando a vedere nel passato, questo evento può essere associato a successive fasi (non immediate) di correzione dell'Indice Azionario, come è avvenuto nel recente passato sull'ultimo picco massimo di questo indicatore verificatosi il 18 aprile (vedi freccia marrone in alto).

Eugenio Sartorelli

Nessun commento:

Posta un commento

CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

............
Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.