-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

giovedì 26 ottobre 2017

BUND TEDESCO - Cresce l'attesa per il meeting BCE

FATTO
Rendimenti in leggera risalita per i titoli di Stato della zona euro alla vigilia dell'appuntamento più delicato dell'anno: Bund decennale tedesco a +0,49%, massimo da inizio agosto; BTP 10 anni poco mosso a 2,03%.

Nella riunione di domani, il board della Bce dovrebbe fornire indicazioni sul futuro del quantitative easing (QE), che scadrà a fine dicembre. 

L'attuale fase prevede acquisti mensili di titoli sul mercato per 60 miliardi sino a fine 2017. I pronostici oscillano per un aggiustamento che va da 20 a 40 miliardi mensili. Viene invece dato per scontato che il QE proseguirà anche nel 2018.

Anche se l'inflazione resta abbondantemente sotto i target fissati dalla banca centrale, un aggiustamento è quantomeno indispensabile, dato il miglioramento del quadro macro della zona euro e l'allargamento a livelli record della forbice tra rendimenti Usa e Eurozona. 

Sulle scadenze da due a dieci anni, lo spread Usa/Germania oscilla tra 230 a 195 punti base, ovviamente a favore dei Treasury Usa.

Semplificando al massimo, si può azzardare che domani tanto più graduale sarà la riduzione degli acquisti tramite il QE, tanto più positiva sarà la reazione del mercato obbligazionario.

EFFETTO
Graficamente, da oltre un anno è visibile un progressivo incremento del rendimento del bund decennale tedesco, spiegabile soprattutto con il deciso miglioramento delle condizioni economiche della zona euro. 

Il picco del 2017 è stato segnato intorno ad area 0,60%. 
Il minimo del 2016 è stato segnato intorno a -0,20%.

Restringendo il campo di osservazione, possiamo individuare un range +0,20/+0,50% che ha veicolato gran parte del movimento a partire dall'ultimo trimestre 2016.

RENDIMENTO BUND GERMANIA 10 ANNI 




























Operatività. La nostra convinzione è che i rendimenti siano destinati presto o tardi ad allinearsi verso l'alto, sempre che l'economia della zona euro prosegua sulla strada del rafforzamento. I tatticismi sul QE potranno solo ritardare questo processo, ma non invertirlo. 

I punti di riferimento da monitorare sono un rendimento di +0,50/+0,60% verso l'alto e un rendimento di +0,20% verso il basso. 

Nuova direzionalità (con contemporanea accelerazione del movimento) è prevista all'uscita da questo range. Sopra +0,60% si può proiettare un target di rendimento in area +1%.

Per trading stretto si può agire con operazioni in contotendenza, una volta raggiunti gli estremi del range.

Per puntare, in ottica di breve, su un ribasso del prezzo, di conseguenza sul rimbalzo dei rendimenti, si può investire nei seguenti strumenti a leva:

ETP BOOST BUND 10Y 3x SHORT DAILY 
Isin: IE00BKS8QN04 
(3BUS.MI)

ETP BOOST BUND 10Y 5x SHORT DAILY
Isin: IE00BYNXPH56
(5BUS.MI)

Per puntare, in ottica di breve, su un rialzo del prezzo, di conseguenza sul ribasso dei rendimenti, si può investire nel seguente strumento a leva:

ETP BOOST BUND 10Y 3x Leverage DAILY 
Isin: IE00BKT09255 
(3BUL.MI)

Obiettivo degli strumenti è quello di replicare (anche all'inverso) con leva 3 e 5 l'andamento dei future Bund a 10 anni. 

Ad esempio, nel caso il future Bund salga dell'1% in un giorno, allora l'ETP 5X scenderà del 5%; nel caso in cui il future Bund scenda dell'1% in un giorno, allora l'ETP 5X salirà del 5%.

Non ci sono a disposizione strumenti sulle scadenze temporali più brevi.

www.websim.it

Nessun commento:

Posta un commento

CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

............
Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.