-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

martedì 10 ottobre 2017

Borse deboli: focus sulla Catalogna. Milano ultima con le banche


 
Gli acquisti hanno avuto la meglio oggi sulla piazza azionaria giapponese che, dopo la chiusura di ieri per festività, ha archiviato la seduta in progresso. L'indice Nikkei 225 è salito dello 0,64% malgrado l'apprezzamento dello yen nei confronti del dollaro e la chiusura debole di ieri a Wall Street.
Deboli le Borse europee che dopo una partenza in calo hanno già recuperato dai minimi, pur mantenendosi ancora in negativo. L'unica eccezione è quella del mercato londinese che vede il Ftse100 in rialzo dello 0,14%, mentre il Cac40 e il Dax30 scendono rispettivamente dello 0,07% e dello 0,21%.
Sul versante macro in Francia è stato diffuso il dato relativo alla produzione industriale in Francia dove ad agosto si è avuto un calo dello 0,3%, rispetto alla lettura precedente rivista al rialzo da +0,5% a +0,8%. Il dato ha deluso le attese degli analisti che si erano preparati ad un incremento dello 0,4%.
In Germania la bilancia commerciale di agosto ha evidenziato un surplus di 21,6 miliardi di euro, in aumento rispetto alla rilevazione di luglio rivista da 19,5 a 19,3 miliardi di euro, e al di sopra dei 20 milioni messi in conto dal mercato.
Gli investitori si muovono con cautela in attesa di novità dalla Spagna nel giorno in cui il presidente catalano Puigdemont potrebbe pronunciare una dichiarazione unilaterale di indipendenza.
A rimanere più indietro degli altri è intanto Piazza Affari dove il Ftse Mib scende al di sotto dei 22.350 punti, con un rosso dello 0,68%.
Ad appesantire il nostro mercato è ancora l'intonazione negativa dei bancari dopo le nuove linee guida della BCE (Toronto: BCE-PRA.TO - notizie) sui crediti non performanti. Intesa Sanpaolo (Amsterdam: IO6.AS - notizie) arretra dell'1,44% penalizzato anche dalla mossa della Compagnia Sanpaolo che ha venduto 150 milioni di azioni, pari a quasi l'1% del capitale della banca.
Male anche Unicredit (EUREX: DE000A163206.EX - notizie) e Mediobanca (Milano: MB.MI - notizie) che perdono entrambi l'1,35%, seguiti da Banco BPM e Bper Banca che scendono dello 0,96% e dello 0,87%, mentre sale in controtendenza Ubi Banca (Amsterdam: UF8.AS - notizie) con un vantaggio dello 0,78%.
In rialzo dell'1,78% Saipem (Londra: 0NWY.L - notizie) dopo che la società ha acquisito nuovi contratti nel segmento E&C Onshore in Cile e Messico per un valore complessivo di 350 milioni di dollari.
Nello stesso settore cede lo 0,65% ENI (Londra: 0N9S.L - notizie) malgrado UBS (Londra: 0QNR.L - notizie) abbia confermato il rating "buy" sul titolo, con un prezzo obiettivo a 17 euro, e resta ancora più indietro Tenaris (Amsterdam: TS6.AS - notizie) con un calo dello 0,96%.
Si mantiene a galla Enel (Londra: 0NRE.L - notizie) con un frazionale progresso dello 0,1% aiutato da Barclays (Londra: BARC.L - notizie) che mantiene invariato il rating "overweight", con un target price alzato da 5,5 a 5,85 euro.
Tra i titoli in controtendenza troviamo Moncler che guadagna l'1,59% grazie all'aiuto di Jefferies che consiglia di acquistarlo con un fair value migliorato da 24 a 27,5 euro.
Nel (Londra: 0E4Q.L - notizie) settore lusso avanzano anche Salvatore Ferragamo (Londra: 0P52.L - notizie) e Luxottica (Milano: LUX.MI - notizie) che salgono dell'1,31% e dello 0,53%, diversamente da YNap che cede l'1,24% dopo i recenti progressi. 
Sul fronte macro Usa si segnala solo l'indice settimanale Redbook relativo alle vendite al dettaglio nelle maggiori catene Usa.
Nel pomeriggio è previsto un discorso sull'economia di Neel Kashkari, presidente della Fed di Minneapolis.

Nessun commento:

Posta un commento

CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

............
Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.