-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

lunedì 2 ottobre 2017

Bitcoin: il Venezuela veicola la sua diffusione

Dicevamo ieri come il Venezuela (Bitcoin: l’istantanea di fine settembre) a causa dell’alta inflazione stia utilizzando il Bitcoin in maniera sistemica. Quel che può essere aggiunto all’analisi già compiuta è che la criptovaluta di Satoshi Nakamoto è vicina a diventare una valuta nazionale, o comunque può dirsi che abbia aperto un nuovo mercato economico che … Continue reading Bitcoin: il Venezuela veicola la sua diffusione
Dicevamo ieri come il Venezuela (Bitcoin: l’istantanea di fine settembre) a causa dell’alta inflazione stia utilizzando il Bitcoin in maniera sistemica.
Quel che può essere aggiunto all’analisi già compiuta è che la criptovaluta di Satoshi Nakamoto è vicina a diventare una valuta nazionale, o comunque può dirsi che abbia aperto un nuovo mercato economico che fino a poco tempo fa sembrava solo utopia.
Il fenomeno che ha conosciuto rapida genesi e vanta ora fulminea ascesa prende le mosse da un fenomeno ludico: la passione verso i giochi di ruolo online, al secolo MMORPG (Massive Multiplayer Online Role-Playing Game).
Tali giochi, specialmente RuneScape, sono diventati un contenitore di compravendita di moneta virtuale scambiata proprio in Bitcoin.
Per gli appassionati è importante avere una congrua quantità di questa moneta per continuare a giocare, così si è diffusa la compravendita di questa moneta tramite Bitcoin, la valuta virtuale per eccellenza che però riconduce a ricchezza vera e quindi atta a creare un ritorno economico.
Una simile contingenza si è inserita nel difficile contesto economico venezuelano, dove tramite questo escamotage i giocatori venezuelani riescono ad autosostentarsi come se avessero un lavoro vero, ma nella fattispecie, alternativo.
 Sono 6 i milioni di utenti registrati su RuneScape, di cui 1 milione pagante.
Questi numeri giustificano il parallelismo con l’attività minatoria cinese: così come i minatori cinesi sono sempre alla ricerca di ulteriore criptovaluta attraverso l’attività dei loro software, così i minatori venezuelani raccolgono moneta virtuale giocando e rivendendola per quantità di Bitcoin in un circuito che non può che crescere.
È vero che il volume di rendita non sia altissimo, attestandosi tra i 50 centesimi e i 3 dollari l’ora, ma non bisogna sottovalutare l’effetto volano che potrebbe avere una pratica in tal senso.
Nonostante questo tipo di attività economica non sia consentita previo l’allontanamento dai server di gioco, stime parlano di un mercato che dal 2008 si sia arricchito di 300 milioni di dollari, con la concreta possibilità che il progresso sia anche più elevato.
Tecnologia chiama tecnologia.
Il Venezuela si appresta a diventare uno dei maggiori paesi diffusori di Bitcoin, accrescendo la capillarità che ha sempre caratterizzato la criptovaluta più famosa del mondo.
This article was originally posted on FX Empire

Nessun commento:

Posta un commento

CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

............
Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.