-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

lunedì 16 ottobre 2017

Analisi indici americani

La Consigli di Borsa è un giornale on-line regolarmente registrato presso il Tribunale di Venezia, per cui quello che viene scritto è tutto testimoniato e documentato. Ancora nel febbraio del 2016 con il Dow Jones che quotava attorno ai 16000 punti si scrisse:
Il bottom di lunedì 24 luglio 2015 fatto al prezzo di 15370,33 non verrà mai rotto al ribasso e il target al rialzo si pone prima a 20871,06 e successivamente a 24270,71 passando per il livello di 23300 punti.
In questa sede a volte rimaniamo stupiti come illustri colleghi che adottano la Gann-Theory non riescano a dire con mesi o anni di anticipo dove si pone un target di prezzo, scrivendo che ci sarà un setup temporale il mese successivo e se – sottolineo se – il prezzo lo supererà allora il prezzo salirà o scenderà fino al setup ancora successivo.
Stupiti perché nel 1921/1922 William Delbert Gann dichiarò pubblicamente che da lì il prezzo sarebbe salito senza se e senza ma e penso che anche allora ci fossero dei setup temporali strada facendo, eppure lo stesso individuò con precisione l’anno in cui sarebbe finito il bull-market in essere.
Detto ciò nel febbraio/marzo del 2015 il fatto che il prezzo non sarebbe mai sceso sotto il bottom dell’agosto del 2015 era legato al ciclo di 33 anni – numero massonico e biblico – visto che eravamo a 12000 giorni solari dal minimo del 09 agosto del 1982 fatto allora al prezzo di 769,98 e da dove parti il bull-market fino ad inizio nuovo millennio grazie anche alla politica economica reganiana.
Per capire l’importanza di questo ciclo basti pensare che dal bottom storico di sempre registrato l’8 agosto del 1896 al prezzo di 28,48 punti, 12000 giorni solari o 33 anni dopo, il prezzo intercettò il top storico del 03 settembre del 1929 al prezzo di 386,10 da dove iniziò il periodo conosciuto come Grande Depressione.
Tale bottom dell’agosto 2015 rafforzato anche dal fatto che quel giorno – minimo lunedì 24 agosto – eravamo a 5085 giorni dal minimo del 21 settembre del 2001 avvenuto a seguito noti avvenimenti dell’11 settembre – e che a sua volta quel minimo arrivava dopo 5085 giorni solari dal minimo del crollo del 20% in un solo giorno avvenuto lunedì 19 ottobre del 1987, ci indusse – grazie alla Gann-Theory – che da quel minimo il “vecchio” indice sarebbe solo che salito.
Il target si poneva sul livello di 20871,06 ovvero sul livello di 20736 noto – per chi segue la matematica e la geometria sacra – come Numero Perfetto e derivante dal numero 144 elevato alla seconda potenza.
Il successivo livello si pone a 23300 punti circa.
Infatti questo numero ingloba 3 resistenze tra angoli di Gann, rapporti di Fibonacci, e numeri magici.
Nel (Londra: 0E4Q.L - notizie) primo caso tracciando un angolo mensile 1×1 dal bottom storico di sempre di 28,48 punti dell’agosto del 1896, tale angolo passa dopo 1454 mesi da allora a 23292,48 e questo livello lo troviamo nel mese di ottobre che cade a 360 mesi dal bottom dell’ottobre del 1987, a 228 mesi dal bottom dell’ottobre del 1998 – dove 228 come numero corrisponde al 61,80% del giro anno, a 180 mesi dal bottom dell’ottobre del 2002, a 120 mesi dal top storico dell’ottobre del 2007.
Osservare il grafico:
Nel secondo caso la differenza tra il minimo dell’agosto del 2015 di 15370,33 e il minimo di venerdì 06 marzo 2009 di 6469,95 corrisponde a 8900,38 punti. Ebbene se adottiamo che questa differenza è il 38,20% di un intero – e dove il 38,20 è l’inverso della proporzione divina del 61,80% – ecco che l’intero si pone a 23301,50 punti.
Osservare il grafico:

Se moltiplichiamo il numero del quadrato perfetto di 144 con 161,80 – che altro non è che il numero noto della proporzione divina – arriviamo al livello di 23299,69, e quindi ancora sul livello di 23300 punti.
Quello che colpisce è come i numeri legati a Principi di Più Alto Ordine e Grado confluiscano assieme in una sorte di magia dove massoneria – tanta cara agli Stati Uniti – ci gioca creando quel velo di mistero.
Per capire meglio il concetto basti pensare che il Dow Jones segnò il suo primo massimo storico di nuovo millennio il 14 gennaio del 2000, e da quella data fino al minimo del 6 marzo 2009 passano ben 3339 giorni solari. Ora 3339 giorni solari non è altro che 5 – numero del Pentagramma Massonico – volte il bottom fatto sullo Standard (Other OTC: SNDH - notizie) and Poor’s 500 a 666,79 lo stesso giorno in cui il Dow Jones segnò il suo 3339esimo giorno – 3339 : 666,79 = 5,007 – e dove ancora il 666 è numero biblico e massonico ma spiegato dettagliatamente dalla Tetraktis di Pitagora che qui vogliamo riportare.
Pitagora ci ha tramandato una formulazione iniziatica per mezzo della quale possiamo accedere ai codici numerologici e alle metafore degli antichi testi: La Tetraktis.
“La cosiddetta tetraktis, ossia il trentasei, era la forma più alta di giuramento, come è stato rivelato, ed ha avuto il nome di Mondo perché è formata dalla somma dei primi quattro numeri pari e dei primi quattro numeri dispari”
Dal molteplice 2, in una serie di quattro numeri pari, all’unità 1, in un serie di quattro numeri dispari, sino alla manifestazione del “Mondo” 36, per duplice pulsazione quaternaria della decade (1+2+3+4=10 ) si dà l’espressione completa della tetraktis.
Infatti: 2 + 4 + 6 + 8 + 1 +3 + 5 + 7 = 36
Essa è in altro ordine una formulazione dell’ottonario: 1 + 2 + 3 + 4 + 5 + 6 +7 + 8 = 36
Visto che la quaterna 1+2+3+4=10 moltiplicando il 36 x 10 si ottiene 360 che è espressione di Mondo ovvero del tempo che il Mondo impiega per girare attorno al proprio astro, e quindi al cerchio del tempo come spiegato da Gann.
È a sua volta pari alla somma dei numeri interi (addizione teosofica) da 1 a 36. Infatti:1 + 2 + 3 + 4 + 5 + 6 + 7 + 8 + 9 + 10 + 11 + 12 + 13 + 14 + 15 + 16 + 17 + 18 + 19 + 20 + 21+ 22 + 23 + 24 + 25 + 26 + 27 + 28 + 29 + 30 + 31 + 32 + 33 + 34 + 35 + 36 = 666. Pertanto la somma dei primi 36 numeri porta al totale di 666.
Ora se noi prendiamo il tempo di ribasso del Dow Jones dal gennaio 2000 al marzo del 2009 – visto che il top dell’11 ottobre dell’ottobre del 2007 è da considerare non strutturale e confermato anche dalla lettura delle note Onde di Elliott – pari a 3339 giorni solari e lo moltiplichiamo per 7 – numero di Dio e usato spesso da WDGann – arriviamo a 23373 quindi ancora sull’area di 23300 circa.
Parametrando questa resistenza sul Dow Jones allo Standard and Poor’s 500 possiamo dire che raggiunta l’area minimale attesa a 2516,7740 punti – visto che dal minimo di 666,79 punti di venerdì 06 marzo 2009 – 6/3/9 – il 61,80% di questa intera struttura si pone sul minimo del febbraio del 2016 da dove poi si è formata la barra annuale in outside rialzista evento rarissimo capitato solo 6 volte dalla nascita del Dow Jones dal lontano maggio del 1896 – tutta la fascia fino a 2667,17 incontra ottime resistenze.
Basti penare che prendendo il massimo del 2007 e moltiplicando questo livello per 1,6180 – numero noto come proporzione divina – arriviamo a 2550,1671, se tracciamo un angolo 1×2 settimanale al rialzo partendo dal massimo sempre dell’11 ottobre del 2007 di 1576,09 arriviamo dopo 10 anno – pari a 120 mesi 1/3 del cerchio di 360 – a 2619,6391, mentre il livello di 2667,17 altro non è che il 400% del minimo di 666,79 con una crescita di 2000,37 punti quindi ancora numeri interi.
Osservare il grafico:
Si osservi come l’angolo 1×1 giornaliero sostenga il trend in modo perfetto dato che è stato toccato in ben 7 occasioni, e solo in 1 caso è stato rotto al ribasso e più precisamente nel febbraio del 2016 ma chiaramente in sorte di bear-trap dato che il Dow Jones finché non scendeva sotto il bottom dell’agosto del 2015, e sopra abbiamo spiegato il perché non l’avrebbe mai rotto ossia grazie al ciclo dei 33 anni, la rottura era da intendersi in come falsa rottura.
Osserviamo il grafico:

Nessun commento:

Posta un commento

CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

............
Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.