-

Class CNBC
Share Video
Share Video
-04:40Live-04:40
Live

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

venerdì 6 ottobre 2017

A Wall Street si resta long senza paura: 3 titoli per il trading


 
Di (KSE: 003160.KS - notizie) seguito riportiamo l'intervista realizzata ad Alessandro Cocco, trader di Tag Group, al quale abbiamo rivolto alcune domande sugli indici azionari americani e su alcuni titoli Usa.
A Wall Street nelle ultime sedute i tre indici principali hanno aggiornato quotidianamente i loro massimi storici C'è ancora spazio al rialzo nel breve?
Gli indici statunitensi continuano a salire anche se oggi hanno avviato gli scambi in lieve calo e non è da escludere che ora possa partire un piccolo ritracciamento verso i supporti.
Il sentiment è in ogni caso ancora rialzista e si continua a rimanere posizionati long senza particolari paure. Nel (Londra: 0E4Q.L - notizie) breve è possibile che gli indici arretrino un po' come è già successo in altre occasioni quando dopo qualche seduta al rialzo hanno ceduto un po' terreno, per poi tornare al rialzo non appena trovato un sostegno valido da cui ripartire.
E' possibile che la salita prosegua senza quell'entusiasmo così vivace che abbiamo visto per buona parte di quest'anno, con la possibilità di assistere ad una maggiore lateralità più che ad un trend molto definito. Di fatto la mia idea è che Wall Street continuerà a salire verso nuovi massimi.
Partendo dall'S&P500, è stato raggiunto il target dei 2.550 punti che avevamo indicato la scorsa settimana. Ora l'indice potrebbe ritracciare verso area 2.500, oppure continuerà da subito a salire ancora e in tal caso prenderemo i massimi di oggi per aprire nuove posizioni long.
A chi volesse sfruttare un eventuale ribasso verso area 2.500, suggerisco di aprire posizioni short a 2.540 punti, tenendo presente che sotto i 2.500 punti troviamo il sostegno dei 2.480 punti. Solo con la violazione di quest'ultimo livello si potrebbe iniziare a parlare di un cambio di tendenza del trend di lungo periodo, ma ritengo che un discorso di questo tipo sia prematuro al momento.
Per il Dow Jones segnaliamo un supporto a 22.228/22.095, il raggiungimento della quale dovrebbe favorire una ripresa dei corsi. Per un ingresso short suggerisco di intervenire a 22.627 punti, facendo attenzione all'area dei 22-400/22.250 dove si è creata una congestione verso la fine di settembre e questo livello potrebbe disturbare la discesa fino all'area dei 22.000.
Se l'indice dovesse proseguire al rialzo, oltre i massimi che saranno segnati oggi potrà raggiungere i 23.200/23.600 punti.
Il Nasdaq Composite si sta spingendo verso il target dei 6.600 punti che avevamo indicato la scorsa settimana. L'indice ha avuto un seguito rialzista come gli altri nelle passate giornate, ma era partito da livelli più bassi e non già dai massimi, complice il ritracciamento precedente.
Se il Nasdaq Composite dovesse superare i 6.600 punti potrà allungare verso i 6.700/6.800 punti, diversamente assisteremo ad una discesa verso i 6.500/6.460 punti. La rottura di quest'ultimo livello costringerà a spostare l'attenzione sul supporto dei 6.340 punti, ma personalmente sconsiglio un posizionamento short sul Nasdaq (Francoforte: 813516 - notizie) perchè il primo supporto è molto vicino ai livelli attuali di prezzo e anche i successivi sono piuttosto vicini.
Chi volesse entrare a tutti i costi al ribasso su questo indice potrebbe provare a posizionarsi a 6.530 punti, gestendo però l'operazione nell'ottica di trading intraday.
Nel settore finanziario come valuta l'attuale impostazione di Bank of America (Swiss: BAC-USD.SW - notizie) ?
Bank of America ha rotto i massimi di marzo scorso 25,77 dollari e ha già realizzato un pull-back come seguito della rottura. Il titolo potrebbe spingersi in avanti verso i 28/30 dollari, valutando un acquisto al superamento dei massimi di ieri.
Al ribasso valuterei l'apertura di posizioni solo in area 25 dollari, con target a 24/23 dollari.
Tra i titoli del Nasdaq quali indicazioni ci può fornire per Celgene Corporation (NasdaqGS: CELG - notizie) ?
Celgene Corporation nella fase discendente ha trovato un supporto a 138 dollari e ieri ha recuperato un po' terreno. Consiglio di acquistare il titolo a 142 dollari, con target sui massimi a 146/148 dollari, raggiunti i quali si valuterà il da farsi.
Per un posizionamento short interverrei a 138 dollari, con primo target a 134 dollari e obiettivo successivo 130 dollari, dove troviamo un altro valido supporto. 
Ci sono altri titoli che vuole segnalarci a Wall Street?
Invito a seguire Shopify (Francoforte: 307.F - notizie) che dopo aver trovato un supporto a 95 dollari ha provato a salire ancora. Per un acquisto del titolo suggerirei di intervenire a 100,65 dollari, ma sarebbe ancora meglio attendere i 103,12 dollari, con target a 115 dollari.
Al ribasso consiglio di intervenire dai minimi di ieri a 93,2 dollari, con primo obiettivo a 88 dollari e un target successivo a 80 dollari, ma personalmente mi aspetto che Shopify torni al rialzo trainato dalla forza degli indici. 

Nessun commento:

Posta un commento

CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

............
Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.