-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

lunedì 16 ottobre 2017

A Milano buoni spunti da parte di Eni e Telecom

 
Federal Reserve e Bce (Toronto: BCE-PRA.TO - notizie) sono tornate sotto i riflettori nell’ultima settimana. Le minute della riunione di settembre della banca centrale statunitense hanno mostrato una decisa spaccatura tra i membri del board, con diversi esponenti che hanno espresso perplessità sulla dinamica dell’inflazione, il cui rallentamento potrebbe rilevarsi non solo passeggero. In effetti, i dati arrivati venerdì 13 ottobre hanno evidenziato un’inflazione statunitense inferiore alle attese sia su base mensile che annua. Indicazioni poco convincenti anche dalle vendite al dettaglio, salite meno del previsto a settembre (+1,6%), che hanno contribuito al ritracciamento del dollaro ai minimi a due settimane. 
In Europa invece si avvicina l’appuntamento clou del mese, il 26 ottobre, con la riunione della Bce che dovrebbe sfociare nell’annuncio del tapering. In tal senso le ultime indiscrezioni parlano di un possibile dimezzamento degli acquisti di asset a 30 miliardi di euro al mese a partire da gennaio. Intanto il presidente della Bce, Mario Draghi, ha difeso il quantitative easing, che ha contribuito ad agevolare la creazione di 7 milioni di posti di lavoro; inoltre ha ribadito che i tassi di interesse rimarranno a livelli bassi anche dopo la fine del QE. 
A Piazza Affari le banche sono rimaste sotto i riflettori dopo la debolezza della precedente ottava dettata dalle indicazioni della Bce circa una nuova stretta sui crediti deteriorati. Nonostante l’emergere della possibilità di una minore rigidità delle nuove regole, il settore è rimasto sotto pressione. Tra i migliori performer della settimana spicca invece Mediaset (Londra: 0NE1.L - notizie) sospinta dalla possibilità di un accordo con Vivendi (Londra: 0IIF.L - notizie) sulla disputa legale relativa al mancato acquisto di Mediaset Premium da parte dei francesi. 
Sprint a fine ottava per il titolo Telecom Italia (Amsterdam: TI6.AS - notizie) sotto la spinta delle attese legate alla questione golden power che dovrebbe essere affrontata in uno dei prossimi Consigli dei ministri. Il governo dovrebbe chiedere restrizioni alla governance di Sparkle e il mercato guarda con favore alla prospettiva di uno spin-off della rete. Il Turbo Long su Telecom Italia avente codice Isin NL0012164180 scade tra due mesi (15 dicembre 2017) e risulta idoneo per chi vuole andare al rialzo sulla tlc italiana dopo la debolezza degli ultimi mesi. Il certificato propone attualmente una leva di 9,35. 

Nessun commento:

Posta un commento

CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

............
Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.