-

Class CNBC
Share Video
Share Video
-04:40Live-04:40
Live

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

mercoledì 20 settembre 2017

Telecom Italia, rumors su interesse di F2i per Sparkle


F2i, il fondo infrastrutturale che ha come primi soci CDPIntesa Sanpaolo *e *Unicredit *con il 14,01% cadauno (se si aggiunge l'8,4% di *Ardian *si arriva oltre oltre il 50%, ma sono poi presenti nell'azionariato anche diverse fondazioni bancarie), avrebbe un interesse per la controllata delle infrastrutture internazionali di *Telecom Italia Sparkle.
Lo riporta il quotidiano MF rifacendosi a indiscrezioni raccolte da Mediobanca secondo le quali Sparkle potrebbe valere circa 2 miliardi di euro.
F2i è guidata dall'ex A2A Renato Ravanelli,* *che ha promosso di recente diverse operazioni nel campo delle telecomunicazioni con investimenti in Infracom e Mc-Link.

Si è trattato ovviamente in questi casi di operazioni dal taglio decisamente più piccolo.
ll 94,12% di *Infracom *rilevato dalla Serenissima Partecipazioni di Abertis è stato valutato 57,8 milioni di euro è ha portato circa 9 mila chilometri di fibra ottica lungo autostrade e aree urbane del nord oltre a tre data center a Milano, Assago e Verona.
L'89,81% di *Mc-link *è stato comprato per 50,5 milioni di euro da un gruppo di investitori e ha portato in portafoglio 2.200 chilometri di fibra ottica, 7 network metropolitani e 4 data center (due a Roma, uno a Milano e l'altro a Trento).
Entrambi gli investimenti sono stati effettuati al fianco di Marguerite, il The 2020 European Fund for Energy, Climate Change and Infrastructure con sede in Lussemburgo creato da sei istituzioni pubbliche o parapubbliche europee (Caisse des Dépôts et Consignations, Cassa Depositi e Prestiti, European Investment Bank, Instituto de Crédito Oficial, KfW, and PKO Bank Polski) che stanno scommettendo sugli investimenti infrastrutturali capital-intensive con una visione continentale.
Il fulcro della fibra di F2i rimane il veicolo *2i Fiber *all'80% controllato dal secondo fondo di F2i e al 20% da Marguerite (questa la percentuale delle partecipazioni in entrambi gli investimenti).
Di certo il rilancio delle indiscrezioni su uno scorporo di asset di Telecom Italia,* dopo la recisa smentita della stessa società, mette ulteriormente sotto pressione il management nell'attesa delle decisioni del governo sull'impiego o meno del *golden power (come la rete fissa e forse ancor di più Sparkle è un asset strategico nazionale) a seguito delle mancate dichiarazioni sul controllo di fatto di Telecom Italia contestato da Vivendi e dal board, ma acclarato dalla Consob.
Da ricordare infine che proprio F2i ha in pratica sancito la nascita di Open Fiber, la joint venture della fibra di Enel e CDP Equity, cedendole nel dicembre del 2016 Metroweb per 714 milioni di euro.
Un passo indietro nel settore delle telecomunicazioni che poi gli investimenti di giugno e luglio 2017 in Infracom e Mc-link hanno smentito e che ora potrebbe essere definitivamente cancellato da un investimento in Sparkle.
(GD - www.ftaonline.com)
Autore: Financial Trend Analysis Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

............
Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.