-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

mercoledì 6 settembre 2017

Telecom I.: diversi i driver positivi e i motivi per acquistare


Torniamo a parlare quest'oggi di Telecom Italia che stiamo seguendo già da tempo in attesa di possibilità novità che possano magare ridare un po' di fiato alle sue quotazioni, piuttosto depresse nelle ultime settimane. Non più tardi di ieri il titolo è sceso sui minimi di metà aprile dopo aver violato la soglia psicologica di 0,8 euro.
Anche ieri Telecom Italia ha perso terreno, scendendo per la terza seduta consecutiva e archiviando la giornata con un ribasso di circa mezzo punto percentuale.

Telecom Italia prova a risalire la china

Quest'oggi il titolo sta provando a dare vita ad un recupero, muovendosi in maniera più cauta dell'indice Ftse Mib e passando di mano a 0,781 euro, a poca distanza dai massimi intraday, con un progresso dello 0,26% e oltre 28 milioni di azioni scambiate, contro la media giornaliera degli ultimi tre mesi pari a quasi 71 milioni di pezzi.

Il Comitato nomine accelera sulla scelta dell'AD

Telecom Italia continua a rimanere sotto i riflettori a Piazza Affari in attesa di novità su più fronti, tra cui quello relativo alla nomina del nuovo AD del gruppo.

Quest'oggi il Sole 24 Ore scrive che ieri il comitato nomine del gruppo telefonico avrebbe selezionato Egon Zehnder come cacciatore di teste per individuare il nuovo CEO di Telecom Italia.
Dal quotidiano si apprende che si stringono sempre più le maglie sulla scia del manager che andrà a prendere il posto di Flavio Cattaneo.
La lista dei candidati dovrebbe essere presentata la settimana prossima e una scelta definitiva è attesa entro fine mese. 
Diversi sono i nomi che circolano negli ambienti finanziari, ma l’ipotesi ritenuta più probabile è la nomina di Giuseppe Recchi come CEO e di Amos Genish come responsabile operativo.

Mediobanca è bullish: non trascurare i buoni fondamentali

Dopo questo newsflow gli analisti di Mediobanca Securities hanno ribadito la loro view positiva su Telecom Italia, reiterando la raccomandazione "outperform", con un prezzo obiettivo a 1,34 euro.


Gli esperti segnalano che la performance del titolo non è quella da loro prevista, complici le incertezze sulla governance e il tema del potenziale spin-off della rete.
Questi due fattori secondo Mediobanca stanno distogliendo l'attenzione degli investitori dai solidi fondamentali di Telecom Italia.
Gli analisti ricordano che le attività italiane del gruppo scambiano a circa il 30% di sconto rispetto ai competitors e questo è a loro avviso è privo di senso. 

Morgan Stanley vede diversi catalizzatori positivi

A scommettere sul titolo è anche Morgan Stanley che invita a sovrappesarlo in portafoglio, con un target price a 1,2 euro.

La banca americana ritiene interessante la valutazione di Telecom Italia, per il quale segnalano diversi catalizzatori positivi. In primis lo slancio degli utili, la nomina del nuovo AD e la joint-venture con Canal+.

La view di Equita SIM

Con riferimento a quest'ultima stanno circolando indiscrezioni secondo cui Vivendi starebbe considerando di offrire la possibilità a Mediaset di conferire la sua pay-tv nella joint-venture allo studio tra TIM e Canal+.

Gli analisti di Equita SIM segnalano che, qualora i rumors venisse confermati, avrebbero dei dubbi sul progetto per Telecom Italia, alla luce delle forti perdite registrate da Mediaset Premium in questi anni e dell'incertezza sulle prospettive della piattaforma di pay-tv digitale. 
La SIM milanese mantiene in ogni caso una view bullish su Telecom Italia, con una raccomandazione "buy" e un fair value a 1,26 euro.  
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

............
Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.