-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

venerdì 29 settembre 2017

Telecom I. cala tra buone e cattive notizie. La view dei broker

Anche l'ultima seduta della settimana si è conclusa con il segno meno per Telecom Italia che è sceso in controtendenza rispetto al mercato. Dopo aver ceduto quasi un punto percentuale ieri, il titolo oggi si è fermato a 0,7925 euro, con un calo dello 0,69% e circa 90 milioni di azioni scambiate, al di sopra della media giornaliera degli ultimi tre mesi pari a quasi 74 milioni di pezzi.

Amos Genish è il nuovo AD del gruppo

Telecom Italia ha perso terreno all'indomani delle novità arrivate dal Cda che ha proceduto all'unanimità a cooptare nel Board Amos Genish, nominandolo AD del gruppo e conferendogli deleghe esecutive.

Ampie deleghe operative rimangono nelle mani del presidente esecutivo De Puyfontaine e del vice presidente esecutivo, Recchi, che avrà in particolare la supervisione di tutte le attività relative a sicurezza e difesa.
Il neo-eletto Genish intende lavorare per migliorare la customer experience, spingere per una maggiore digitalizzazione dei processi e della relazione con i clienti e una migliore analisi del comportamento della clientela, proseguendo verso la convergenza tlc-media.

Approvata JV con Canal+

Su quest’ultimo fronte, il CdA ha approvato la costituzione di una joint-venture con Canal+, per la produzione-coproduzione di contenuti e l’acquisizione di diritti, anche sportivi.


Gli analisti di Equita SIM pensano che gli investimenti su questo fronte rimarranno prudenti vista la limitata base clienti di TIM Vision. L’operazione è stata approvata a maggioranza dal CdA, con una posizione prudente da parte di alcuni indipendenti, secondo quanto riportato dalla stampa.
Nelle settimane scorse erano circolati rumours sul fatto che Vivendi potesse invitare Mediaset a conferire la sua pay-tv nella joint-venture TIM-Canal+, ma la società del Biscione ha negato di aver ricevuto proposte dal colosso francese.


Confermata intanto la view positiva su Telecom Italia che per Equita SIM resta da acquistare con un prezzo obiettivo a 1,26 euro.

Avviato iter sanzionatorio contro Telecom Italia

Alle buone notizie legate alla nomina del nuovo AD e alla joint-venture con Canal+, fanno da contraltare quelle riguardanti il golden power.
Il comitato interministeriale ieri ha avviato un iter sanzionatorio contro Telecom Italia per la mancata comunicazione della modifica del controllo. La società telefonica intende contestare la posizione del Governo: il procedimento si chiuderà entro 120 giorni e può portare a penali fino all'1% dei ricavi di gruppo, pari a circa 300 milioni di euro.

La view di Bca Akros e di Bca IMI

Gli analisti di Banca Akros segnalano che l'impatto negativo di una potenziale multa è inferiore al 2% della capitalizzazione di mercato.

La banca d'affari vede implicazioni positiva dalla nomina del nuovo AD, visto che Genish vanta una notevole esperienza nelle telecomunicazioni. 
Non cambia così la strategia bullish su Telecom Italia che è da accumulare in portafoglio con un target price a 1,15 euro.
Una view positiva viene ribadita anche da Banca IMI che ribadisce la raccomandazione "buy" con un fair value a 1,08 euro.
Gli analisti si attendevano la nomina di Genish alla carica di AD, mentre con riferimento alla potenziale multa in arrivo per Telecom Italia, credono che ciò riduce ulteriormente la visibilità sulla governance del gruppo.

Mediobanca non cambia idea sul titolo

I colleghi di Mediobanca Securities si soffermano invece solo sulla scelta del nuovo AD, apprezzando in particolare il focus di Genish sul digitale, sulla convergenza e l'innovazione.

Questo secondo gli analisti dovrebbe contribuire a ripristinare l'interesse sull'equity story di Telecom Italia che per Mediobanca continua a meritare un rating "outperform", con un prezzo obiettivo a 1,34 euro.
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

............
Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.