-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

lunedì 18 settembre 2017

Sotto la lente dell'Analisi Tecnica


La lista che segue è composta da alcuni dei titoli appartenenti agli indici di Borsa Italiana, ritenuti tra i più significativi in base ai criteri di liquidità dell'analisi tecnica e tali da garantire una rappresentazione complessiva dei vari settori ICB italiani. L'analisi interpreta i valori di supporto e resistenza secondo un orientamento temporale di breve periodo (1-2 giorni).
*Elica *
Elica (+6,73%) sugli scudi e oltre il top del 2015 a 2,346 euro.
Conferme oltre questo livelli permetterebbero di puntare a target ambiziosi che nel lungo termine sono ipotizzabili a 3,40 circa. Nel breve termine a causa della velocità con la quale si è realizzato il rialzo ed al conseguente sforamento in area di ipercomprato da parte degli indicatori tecnici più veloci sono possibili flessioni ma solo sotto area 2 vi sarebbe il rischio di vedere compromessa la struttura rialzista di brevissimo termine.
-Target: 3,40 euro
-Negazione: 1,70 euro
-RSI (14): neutrale
ACSM-AGAM
Nuovo dietro front per ACSM-AGAM (-0,98%) dopo il test a 2,08 circa.della trend line che scende dai top di fine maggio.

La rottura di questo ostacolo permetterebbe di rilanciare il trend rialzista in direzione di obiettivi a 2,40 euro circa. Sotto 1,95, media mobile a 100 giorni, la tendenza rialzista di breve subirebbe una battuta d'arresto ma solo discese sotto i minimi di giugno a 1,828 negherebbero le aspettative di rialzo prospettando lo sviluppo di una fase laterale/ribassista verso area 1,58/1,60.

-Target: 2,40 euro
-Negazione: 1,95 euro
-RSI (14): neutrale
Banca Ifis
Banca Ifis (+1,50%) resta in vista dei reord a 42,50 circa, ripetutamente messi sotto assedio negli ultimi due mesi. Servirà la rottura decisa di questo livello per dare nuova linfa all'uptrend spingendo i prezzi verso target ipotizzabili in prima battuta a 45 euro, poi fino a 49 euro circa, lato alto del canale che sale da febbraio.

Solo discese sotto la media mobile a 20 sedute, a 41,10 circa, farebbero temere un affondo verso la base del canale citato a 39,25 circa.
-Target: 45 euro
-Negazione: 39,25 euro
-RSI (14): neutrale
Maire Tecnimont
Maire Tecnimont (-8,23%) crolla dopo aver fallito la rottura dei massimi pluriennali a 5,40 circa.
Su questi livelli il titolo ha disegnato un piccolo doppio massimo che ha già dispiegato i suoi effetti facendo precipitare i corsi a 4,90 circa. Discese fino a circa 4,75 euro non disturberebbero comunque le aspettative di crescita che, oltre 5,50, avvierebbero la ricopertura dell'ampio gap ribassista lasciato aperto nel 2011 a 6,91 circa.

Sotto 4,75 via libera invece verso 4/4,05 euro.
-Target: 6,91 euro
-Negazione: 4,75 euro
-RSI (14): neutrale
Iren
Iren (-1,55%) scende sotto la linea di tendenza disegnata dai minimi di luglio a 2,30 euro, indebolendo la struttura di breve termine. Discese fino a 2,20 non comprometterebbero i progressi degli ultimi mesi, sotto questo riferimento possibile avvio di una fase correttiva più ampia fino a 1,97/2 circa, minimi di luglio.
Il superamento dei massimi a 2,40 euro riattiverebbe invece il movimento ascendente verso almeno 2,60 euro. -Target: 2,60 euro
-Negazione: 2 euro
-RSI (14): neutrale
(CC - www.ftaonline.com)
Autore: Financial Trend Analysis Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

............
Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.