-

Class CNBC
Share Video
Share Video
-04:40Live-04:40
Live

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

lunedì 11 settembre 2017

Risparmio gestito: i titoli buy dopo la raccolta di agosto


Nelle ultime giornate i protagonisti del risparmio gestito hanno diffuso i dati relativi alla raccolta netta di agosto che per Azimut ha evidenziato un saldo positivo di 311 milioni di euro, con un bilancio superiore ai 4,1 miliardi di euro da inizio anno.

Azimut e Bca Mediolanum sotto la lente delle banche d'affari

A fine agosto il totale delle masse comprensive del risparmio amministrato è pari a 47,6 miliardi di euro, di cui 38,7 miliardi riferiti alle masse gestite.

Per Equita SIM la raccolta realizzata da Azimut ad agosto è stata superiore alle attese, ma gli analisti hanno deciso di rivedere al ribasso la stima sulle commissioni di performance del trimestre in corso da 25 a 20 milioni di euro, mentre le previsioni sull'utile netto rettificato di quest'anno sono state tagliate del 2% a 178 milioni di euro.


Non cambia intanto la strategia suggerita per il titolo che è da mantenere in portafoglio con un prezzo obiettivo a 19 euro.
Più ottimisti i colleghi di Banca Akros che invitano ad accumulare Azimut in portafoglio, con un target price a 21,5 euro, nonostante la raccolta del mese scorso sia stata definita inferiore alle loro attese.
Banca Mediolanum invece ad agosto ha riportato una raccolta netta positiva per 453 milioni di euro, con un risultato pari a 3,4 miliardi da inizio anno, segnalando che la raccolta netta in fondi e gestioni a fine agosto si è attestata a 529 milioni di euro, con un bilancio positivo per 4,1 miliardi da inizio anno.
Caute le banche d'affari sul titolo visto che Equita SIM mantiene fermo il rating "hold", con un fair value a 7,6 euro, dopo che la raccolta di agosto è stata superiore ai 420 milioni attesi dagli analisti.


Non si sbilanciano neanche i colleghi di Kepler Cheuvreux che al pari di quelli di Equita SIM coprono Banca Mediolanum con una raccomandazione "hold" e un prezzo obiettivo rivisto al ribasso da 7,9 a 7,6 euro. Il broker segnala che i dati di agosto sono stati sostenuti dai Pir, ma calcola solo 1 milione di euro di commissioni di performance ad agosto.
Questa frenata induce gli analisti ha tagliare le stime sull'utile per azione nell'ordine dell'8% con riferimento all'anno in corso e ai prossimi due.

Analisi e strategie su FinecoBank e Bca Generali

Indicazioni molto positive arrivano da FinecoBank che ad agosto ha visto la raccolta netta aumentate del 92% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, a quota 441 milioni di euro, di cui 281 milioni di raccolta gestita, confermando così il miglioramento nell'asset mix.


Da inizio anno la raccolta netta si è attestata a 3,862 miliardi di euro, con un incremento del 15% in confronto allo stesso periodo del 2016.
Gli analisti di Kepler Cheuvreux parlano di forti flussi di raccolta malgrado la debole stagionalità, confermando la raccomandazione "buy" su Finecobank, con un target price a 8,2 euro.

Più cauta Banca IMI che consiglia di mantenere il titolo in portafoglio, con un fair value a 8 euro, malgrado la raccolta di agosto sia stata superiore alla media mensile implicita nelle sue stime per l'intero 2017.
Non diversa la strategia suggerita da Banca Akros che sul titolo ha un rating "neutral", con un prezzo obiettivo a 7 euro.

Gli analisti definiscono la raccolta di agosto superiore alle attese e parlano di una notizia positiva che conferma il solido ritmo di crescita nell'asset management.
Buone notizie anche per Banca Generali che ad agosto ha visto la raccolta netta attestarsi a 470 milioni di euro, portando così il saldo da inizio anno a 4,77 miliardi di euro, in rialzo del 25% rispetto allo stesso periodo del 2016.

Numeri apprezzati da Banca IMI che segnalano come il dato di agosto sia ben sopra la media mensile implicita nella sua stima di una raccolta pari a 5,2 miliardi di euro per l'intero anno. Confermata così la view positiva su Banca Generali che è da aggiungere in portafoglio, con un target price a 32,8 euro.
A puntare sul titolo è anche Kepler Cheuvreux che invita ad acquistare con un fair value a 32 euro, dopo che i numeri di agosto rendono le sue stime e il top della guidance molto raggiungibili.

Le indicazioni su Anima Holding

Infine, tra i titoli a minore capitalizzazione segnaliamo Anima Holding che ad agosto ha raccolto circa 115 milioni di euro, per un totale da inizio anno pari a circa 2,4 miliardi di euro.

A fine agosto il totale delle masse gestite è di circa 75,6 miliardi di euro, con un aumento di circa il 5% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.
Il dato di agosto è leggermente superiore alle attese di Equita SIM, i cui analisti segnalano che la maggiore incidenza di fondi che investono nell'area euro ha ridotto a loro avviso l'impatto negativo del dollaro debolezza.
Confermata la raccomandazione "hold" su Anima, con un prezzo obiettivo a 7 euro, mentre Ubs suggerisce di acquistare con un target price a 8,25 euro. La banca elvetica ritiene che il titolo offra un rapporto rischio-rendimento interessante, convinta al contempo che Anima dovrebbe beneficiare di una raccolta in accelerazione anche grazie ai Pir. 
Fonte: News  http://www.trend-online.com/prp/azimut-anima-finecobank-bca-generali/

Nessun commento:

Posta un commento

CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

............
Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.