-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

mercoledì 20 settembre 2017

Piazza Affari prossima ad un primo target: occhio alla Fed

 
Ancora una chiusura con il segno più per le Borse europee che dopo una giornata vissuta all'insegna dell'incertezza e di una volatilità quasi inesistente, sono riuscite a fermarsi sopra la parità. Il Dax30 si è accontentato di un frazionale rialzo dello 0,02%, mentre il Cac40 e il Ftse100 sono saliti rispettivamente dello 0,16% e dello 0,3%.
Ftse Mib al test di area 22.500: i possibili scenari
In positivo anche Piazza Affari dove il Ftse Mib si è fermato sui massimi intraday a 22.425 punti, con un progresso dello 0,27%, dopo aver segnato un minimo a 22.319 punti.
L'indice delle blue chips prosegue a piccoli passi nel suo cammino rialzista, spingendosi ad un passo dal primo obiettivo in area 22.500. Questa soglia potrebbe anche frenare la salita dei corsi, ma se ciò non dovesse accadere si assisterà ad una prosecuzione degli acquisti in direzione dei 22.800 punti e in seguito in direzione della soglia psicologica di area 23.000.
La mancata violazione dei 22.500 punti costringerà a spostare l'attenzione sul primo sostegno in area 22.300/22.200, sotto si guarderà alla soglia dei 22.000 punti.
Con la perdita di questo livello non sarà da escludere un'accelerazione ribassista verso i 21.800/21.700 prima e in seguito verso i 21.500 punti, in corrispondenza dei quali si dovrebbero riattivare gli acquisti.
La prossima seduta con buona probabilità sarà dominata da un clima di attesa a Piazza Affari in vista dell'esito della riunione della Fed e del discorso della Yellen, in agenda dopo la chiusura dei mercati europei. Gli effetti delle indicazioni che arriveranno dalla Fed saranno quindi scontati alla riapertura dei listini giovedì.
I market movers in America: occhio alla Fed e alla Yellen
Intanto domani sul fronte macro Usa sarà reso noto l'indice settimanale relativo alle richieste di mutui ipotecari, ma ancor più rilevante sarà il dato sulle vendite di case esistenti che ad agosto dovrebbero salire da 5,44 a 5,48 milioni di unità.
Nel (Londra: 0E4Q.L - notizie) pomeriggio sarà diffuso il consueto report sulle scorte strategiche di petrolio da parte del Dipartimento dell'energia.
L'evento clou della seduta è rappresentato dal meeting della Fed che si concluderà con l'annuncio sui tassi di interesse, destinati a rimanere fermi nel range 1%-1,25%. La Banca Centrale americana presenterà anche le previsioni economiche trimestrale e alle 20.30 ora italiana avrà inizio la conferenza stampa del numero uno della Fed, Janet Yellen.
Prima dell'avvio degli scambi a Wall Street saranno diffusi i conti degli ultimi tre mesi di General Mills (NYSE: GIS - notizie) che per non deludere le attese dovrà centrare l'obiettivo di un utile per azione pari a 0,77 dollari.
I dati macro e gli eventi in Europa
In Europa si guarderà nuovamente alla Germania dove saranno diffusi i prezzi alla produzione di agosto visti in salita dello 0,1% dopo lo 0,2% di luglio.
Sempre in terra tedesca da seguire l'asta dei titoli di Stato con scadenza nel 2048 per un importo massimo di 2 miliardi di euro, mentre in Portogallo saranno offerti titoli con scadenza a 6 e a 12 mesi per un ammontare compreso tra 1,5 e 1,75 miliardi di euro.
I titoli da monitorare a Piazza Affari
A Piazza Affari presenteranno i conti del primo semestre Intek Group, OVS, Softec e Tiscali (Londra: 0LLP.L - notizie) . Da seguire i titoli del settore oil in vista del report sulle scorte strategiche Usa.

Nessun commento:

Posta un commento

CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

............
Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.