-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

martedì 5 settembre 2017

Piazza Affari: meglio rimanere cauti in attesa della BCE?


 
Nuova seduta in calo per le Borse europee che dopo il segno meno di ieri hanno perso terreno anche oggi. L'unica eccezione positiva è stata quella del Dax30 che, pur fermandosi ben al di sotto dei massimi intraday, è salito dello 0,18%, mentre il Cac40 e il Ftse100 sono scesi rispettivamente dello 0,34% e dello 0,52%.
Ftse Mib in retromarcia dopo spunto rialzista
Si è difesa un po' meglio Piazza Affari dove il Ftse Mib ha terminato gli scambi in calo dello 0,24% a 21.737 punti, dopo aver segnato nell'intraday un massimo a 21.916 e un minimo a 21.708 punti.
L'indice ha provato a reagire alla debolezza di ieri e inizialmente ci è anche riuscito, spingendosi oltre i massimi intraday della vigilia, a sempre meno distanza dalla soglia dei 22.000 punti.
L'avvicinamento di quest'ultima ha visto tornare le vendite sul mercato, con l'indice che si è riportato in chiusura di sessione poco sotto area 21.750. I massimi dell'anno si stanno rivelando ostici da superare e questo potrebbe scoraggiare gli acquirenti, con un possibile passaggio di mano ai loro avversari.
Conferme in questa direzione giungeranno da ulteriori discese che spingano il Ftse Mib al di sotto dei 21.500 punti, violati i quali si tornerà a guardare alla soglia dei 21.300/21.350 dove di recente è stato disegnato un doppio minimo.
Con la perdita di questo livello la figura tecnica appena menzionata verrà negata e aumenterà il rischio di assistere ad una discesa dei corsi verso i 21.000 punti prima e i 20.550/20.500 in un secondo momento.
Per una prosecuzione del trend rialzista in atto sarà importante una rottura decisa di area 22.00/22.050 punti, oltre la quale ci sarà spazio per ulteriori apprezzamenti in direzione dei 22.400/22.500 punti in prima battuta.  
In vista anche del meeting della BCE (Toronto: BCE-PRA.TO - notizie) di giovedì, è probabile che gli investitori optino per la cautela, motivo per cui potrebbe essere rinviato un ulteriore tentativo di attacco ai massimi dell'anno nelle prossime ore. 
I market movers in America
Sul fronte macro Usa domani sarà reso noto l'indice settimanale relativo alle richieste di mutui ipotecari, ma ancor più rilevante sarà il dato sulla bilancia commerciale di luglio che dovrebbe mostrare un saldo negativo di 44 miliardi di dollari, rispetto al rosso di 43,64 miliardi del mese precedente. Per il dato finale dell'indice PMI servizi di agosto si prevede una rilevazione pari a 56,9 punti, in linea con l'indicazione preliminare, mentre l'indice ISM servizi ad agosto dovrebbe aumentare da 53,9 a 56 punti.
Due ore prima della chiusura di Wall Street i riflettori saranno puntati sul Beige Book, il rapporto periodico della Fed sullo stato di salute dell'economia a stelle e strisce.
Da segnalare un discorso di Robert Kaplan, presidente della Fed di Dallas. 
I dati macro e gli eventi in Europa
In Europa si guarderà alla Germania dove saranno diffusi gli ordini relativi al settore manifatturiero di luglio che dovrebbero mostrare un rialzo dello 0,1%, rispetto all'1% precedente.
Da seguire sempre in terra tedesca l'asta dei titoli di Stato con scadenza a 5 anni per un ammontare massimo di 3 miliardi di euro, mentre in Grecia saranno offerti titoli con scadenza a tre mesi per un importo di 1 miliardo di euro.
I titoli da seguire a Piazza Affari
A Piazza Affari saranno diffusi i risultati del primo semestre di Management&Capitali ed è prevista una riunione assembleare della stessa società per deliberare in merito alla proroga del termine di sottoscrizione dell'aumento di capitale.

Nessun commento:

Posta un commento

CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

............
Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.