-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

martedì 5 settembre 2017

Occhi puntati sulla BCE e non solo: i market movers da seguire


Dopo la chiusura debole di ieri, le Borse europee hanno ripreso subito la via dei guadagni oggi, in attesa della riapertura di Wall Street, rimasta chiusa ieri per la festività del Labor Day. I mercati sembrano aver già digerito il nuovo test missilistico effettuato dalla Corea Del Nord all'alba di domenica scorsa.

La Corea del Nord passa in secondo piano rispetto alla BCE

Secondo gli analisti di MPS Capital Services, le Borse per ora non sembrano voler credere ad una escalation delle tensioni internazionali e sembrano essere più che altro concentrati sull'evento clou di questa settimana, in agenda giovedì.
C'è grande attesa infatti per la riunione della BCE che non dovrebbe riservare alcuna sorpresa sul fronte dei tassi di interesse, destinati a rimanere invariati.

Il focus sarà sulla conferenza stampa del presidente Draghi che a detta di molti però non farà alcun annuncio importante, limitandosi a dare alcuni suggerimenti in merito alle prossime mosse in materia di politica monetaria.

Le attese di Morgan Stanley sul meeting di giovedì

Per gli esperti di Morgan Stanley giovedì prossimo non sarà annunciato il tapering del quantitative easing, ritenendo più probabile che ciò avvenga nel meeting di fine ottobre.

La banca americana però non esclude che nel comunicato ci sia un cambiamento relativo all'atteggiamento accomodante della BCE. 
Se da una parte il meeting di giovedì prossimo è senza dubbio l'evento più importante della settimana, dall'altra le prossime giornate saranno scandite anche da altri market movers da seguire con attenzione tanto in Europa quanto in America.

I market movers da seguire in America

Sul fronte macro Usa oggi sarà diffuso l'indice settimanale Redbook relativo alle vendite al dettaglio nelle maggiori catene americana.

In agenda anche gli ordini alle imprese che a luglio dovrebbero mostrare un calo dell'1,5% rispetto al rialzo del 3% precedente. 
Prima dell'avvio degli scambi a Wall Street è previsto un discorso di Lael Brainard, membro della Fed, mentre nel pomeriggio prenderà la parola Neel Kashkari, a capo della Fed di Minneapolis. 
Dopo la chiusura di Wall Street i riflettori saranno puntati su Hewlett-Packard Enterprise che diffonderà i conti del terzo trimestre dell'esercizio 2016-2017, dai quali ci si attende un utile per azione pari a 0,26 dollari.
Domani sarà reso noto l'indice settimanale relativo alle richieste di mutui ipotecari, ma ancor più rilevante sarà il dato sulla bilancia commerciale di luglio che dovrebbe mostrare un saldo negativo di 44 miliardi di dollari, rispetto al rosso di 43,64 miliardi del mese precedente.

Per il dato finale dell'indice PMI servizi di agosto si prevede una rilevazione pari a 56,9 punti, in linea con l'indicazione preliminare, mentre l'indice ISM servizi ad agosto dovrebbe aumentare da 53,9 a 56 punti.
Due ore prima della chiusura di Wall Street i riflettori saranno puntati sul Beige Book, il rapporto periodico della Fed sullo stato di salute dell'economia a stelle e strisce.

Da segnalare un discorso di Robert Kaplan, presidente della Fed di Dallas. 
Giovedì si guarderà alle nuove richieste di sussidi di disoccupazione che dovrebbero salire da 236mila a 241mila unità. Per il dato finale della produttività non agricola del secondo trimestre si prevede una variazione positiva dell'1,2% rispetto allo 0,9% precedente, mentre il costo unitario del lavoro dovrebbe salire dello 0,3% in confronto allo 0,6% precedente.
In giornata è previsto un discorso di Loretta Mester, presidente della Fed di Cleveland.

Nel pomeriggio sarà diffuso il consueto report settimanale sulle scorte strategiche Usa da parte del Dipartimento dell'energia.
Sul versante societario da segnalare i risultati degli ultimi tre mesi di Dell Technologies, dai quali ci si attende un utile per azione pari a 1,09 dollari.
Per l'ultima seduta della settimana sul fronte macro si segnalano le scorte all'ingrosso che a luglio dovrebbero salire dello 0,4% rispetto allo 0,7% di giugno.

Da seguire un discorso di William Dudley, presidente della fed di New York, oltre al quale prenderà la parola Esther George, a capo della Fed di Kansas City. 

I dati macro e gli eventi in Europa

In Europa domani si guarderà alla Germania dove saranno diffusi gli ordini relativi al settore manifatturiero di luglio che dovrebbero mostrare un rialzo dello 0,1%, rispetto all'1% precedente.
Giovedì in Europa sarà reso noto il fato finale del PIL del secondo trimestre, atteso in positivo dello 0,6%, in linea con la lettura precedente.

In Germania si conoscerà la produzione industriale di luglio per la quale si stima una variazione positiva dello 0,5% dopo la flessione dell'1,1% di giugno.
L'evento clou della seduta sarà il meeting della BCE che non dovrebbe modificare i tassi di interesse: come sempre sarà da seguire la conferenza stampa del presidente Draghi per cogliere informazioni utili a capire quali potranno essere le prossime mosse in materia di politica monetaria.
Venerdì si guarderà alla Francia dove è atteso il dato della produzione industriale di luglio, vista in calo dello 0,3% dopo la flessione dell'1,1% precedente.

In Germania si conoscerà la bilancia commerciale di luglio per la quale si prevede un dato pari a 20,3 miliardi di euro, contro i 21,2 della lettura precedente.

I titoli da seguire a Piazza Affari

A Piazza Affari domani saranno diffusi i risultati del primo semestre di Management & Capitali, mentre alla prova dei conti saranno chiamati giovedì Beghelli, Cairo Communication, Caleffi ed Eurotech.

Sempre giovedì saranno da seguire i titoli del settore oil in vista del report sulle scorte strategiche Usa. 

Infine, venerdì si conosceranno i risultati del primo semestre di Dea Capital.
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

............
Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.