-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

venerdì 29 settembre 2017

Monopoli "virtuali": 3 titoli ad alto rendimento.


Il concetto di Monopolio non è ben vista dalle autorità di controllo anche se legali. Il mercato, invece, li preferisce visto che garantiscono senza dubbio profitti alti e quasi privi di rischio. Per gli esperti di The Motley Fool ci sono 3 ottimi esempi. 

AbbVie (NYSE: ABBV) 

George Budwell vota per AbbVie.
A suo favorela presenza di un vero e proprio monopolio, seppur ufficioso, rappresentato da Humira, farmaco antinfiammatorio, il farmaco più venduto al mondo, nonostante la presenza incombente di un certo numero di molecole concorrenti che però non rappresentano certo una minaccia per il gigante.

Anche per questo motivo AbbVie ha potuto aumentare regolarmente il proprio dividendo dal 2013, fino ad arrivare, attualmente, ad un dividend yield del 2.93%, un numero che a molti non sembra particolarmente elevato ma che lo diventa confrontandolo con gli altri grandi nomi del settore pharma solitamente impegnate a investire più in attività di ricerca e fusione che non a premiare gli azionisti.
Per quanto il pericolo della scadenza del brevetto sia effettivo AbbVie (Humira rappresenta il 60% dei ricavi annuali della società) l’azienda può contare anche su una vasta pipeline di altri prodotti. 

AB-InBev  (NYSE: BUD)

Keith Noonan preferisce suggerire AB-InBev.

Dall’alto delle sue 5.000 birrerie presenti nel solo territorio degli Stati Uniti, la società vanta nel suo portafoglio anche altri marchi come Budweiser, Stella Artois, Corona e molti altri che gli garantiscono circa il 45% di quota di mercato in America mentre registra anche una forte crescita nei mercati internazionali.
A questo si aggiunga una ritrovata forza in seguito alla fusione con SAB Miller avvenuta l’anno scorso e che ha creato una potenza ineguagliabile nell'industria mondiale nonostante la vendita di alcuni grandi marche, cedute per esigenze di trust. La sua posizione di leader nel settore permette alla società di dettare legge non solo per i prezzi ma anche di avere un ottimo mercato a livello di distribuzione e marketing.

Per quanto riguarda la cedola è da sottolineare il suo rendimento del 3,7% con una crescita continuata negli ultimi 7 anni. Unica nota stonata un payout troppo alto pari al 105%. 

Enterprise Products Partners, LP (NYSE: EPD)

Sean O'Reilly raccomanda Enterprise Products Partners, LP., azienda specializzata in infrastrutture per il trasporto degli energetici, che continua ad espandere la sua rete di distribuzione attualmente divisa tra 50mila miglia di gasdotto e impianti di stoccaggio, non solo “geograficamente” ma anche per quanto riguarda gli asset trattati collaborando anche con produttori di etilene e isobutano.

Essendo spesso l’unico operatore present, molte aziende sono costrette a pagare letteralmente una sorta di pedaggio obbligatorio alla società e contribuendo quindi, seppur indirettamente, al rafforzamento dei flussi di cassa e al mantenimento del suo dividend yield attualmente al 6,8%
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

............
Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.