-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

martedì 12 settembre 2017

Le 10 migliori azioni del tech da comprare ora (prima parte)


Dati recenti mostrano che il settore tecnologico è stato ad agosto il più remunerativo segmento del mercato, suggerisce Harriet Lefton dalle pagine di InvestorPlace, e se si guarda alle previsioni finanziarie le cose non dovrebbero andare diversamente nei prossimi mesi.
Le cifre fornite da FactSet mostrano infatti che i profitti delle grandi aziende tech dovrebbero crescere nel corso di questo trimestre del 9,1% nel confronto anno su anno. Tenendo a mente queste considerazioni, Lefton ha quindi deciso di fornire in una dettagliata rassegna i 10 titoli del settore con le migliori prospettive di nuovi guadagni da qui a fine anno.

Per trovarli, la contributrice del sito di consigli d'investimento ha ristretto la platea dei candidati alle quotate su cui il consenso di Wall Street fornisce una indicazione "Strong Buy", concentrandosi poi sulle azioni raccomandate dai "Best Analists", che vantano tutti un posizionamento eccellente nel ranking di TipRanks: la piattaforma che dal 2012 valuta l'accuratezza e l'affidabilità dei consigli forniti da analisti e blogger finanziari di Wall Street.
Ecco i primi 5 titoli segnalati.

CommVault Systems, Inc. (NASDAQ:CVLT)

Il primo titolo che vanta un rating di consenso "strong buy" è la società di gestione di dati cloud CommVault, che negli ultimi 90 giorni ha ricevuto 5 raccomandazioni "buy" e una sola "hold" da parte degli analisti.

Le case d'affari che coprono il titolo indicano mediamente un target price posizionato circa il 18% sopra il prezzo corrente dell'azione, ricorda Lefton, e a certificare l'appeal che riscuote in questa fase la società è arrivata ad agosto anche una indicazione di Gartner, che ha collocato CommVault nella sezione Leaders del suo celebre Quadrante Magico.
“Sentiamo" ha dichiarato Robert Hammer, CEO di CommVault, "che questo riconoscimento di Gartner è una certificazione delle nostre innovazioni e del nostro eccellente servizio ai clienti che portiamo avanti da sette anni”.

ACI Worldwide Inc (NASDAQ:ACIW)

Ha ricevuto soltanto raccomandazioni "buy" negli ultimi dieci mesi la società di pagamenti digitali ACI Worldwide, su cui il target price di consenso si posiziona a 27 dollari, implicando un margine di apprezzamento del 17,2% rispetto alla quotazione attuale.

Qualche informazione interessante sulle prospettive della società è arrivata in questo caso dagli esperti di Raymond James, secondo cui ACI potrebbe diventare prossimamente target di una offerta di acquisizione: per l'analista della casa d'affari che ha redatto la nota, Wayne Johnson, multipli "relativamente " bassi e i solidi livelli di entrate ricorrenti ("in crescita") rendono plausibile che si possano presentare potenziali acquirenti.
E' bullish sull'azione anche George Sutton, firma prestigiosa di Craig Hallum (5 stelle su TipRanks), che ha rivelato recentemente un'importante notizia sull'interesse di una delle 5 maggiori banche americane per le tecnologie del gruppo: per l'analista, che ha fissato su Aci un target price a 28 dollari, questo precedente potrebbe creare una "significativa accelerazione" in vista di ulteriori nuovi accordi.

Alphabet Inc (NASDAQ:GOOGL)

Rimane regina del tech anche Alphabet-Google (GOOGL), che negli ultimi tre mesi ha ricevuto la bellezza di 30 nuove raccomandazioni "buy" e tre soli giudizi neutrali ("hold").

In media, comunica Lefton, gli analisti indicano un target price sull'azione a 1.098,94 dollari, che rappresenta un margine di apprezzamento del 16% rispetto al prezzo corrente, ma per qualcuno tra gli analisti più bullish il titolo potrebbe spingersi fino a 1.220 dollari (Mizuho Securities, +28% rispetto ai livelli attuali).
Tra i commenti più in vista diffusi recentemente, Lefton cita per Alphabet quello di SunTrust, che ha avviato la copertura 20 giorni fa con un target price a 1110 dollari. Ad occuparsi della nota è stato Youssef Squali, altro analista con 5 stelle nel ranking di TipRanks, secondo cui Alphabet, con 2 miliardi di utenti attivi mensili tra Android, Google Maps, Chrome, YouTube, Google Play and Gmail, può "rimanere un punto di riferimento fondamentale nei budget pubblicitari degli attori del mercato negli anni a venire".

Global Payments Inc (NYSE:GPN)

Altro titolo "caldo" nel segmento dei pagamenti elettronici è Global Payments, che ha da poco ricevuto il sostegno di uno degli analisti con le più elevate performance a Wall Street, Gleen Greene di Oppenheimer (occupa la posizione numero 3 sui 4600 analisti tracciati da TipRanks, con un tasso di successo del 93% e raccomandazioni che hanno prodotto un rendimento medio del 30,4%).

Greene ha reiterato una raccomandazione "buy" su Global Payments fissando un target price a 100 dollari, e nella sua ultima nota commenta tra l'altro positivamente l'annuncio di un accordo definitivo per l'acquisizione da 1,2 miliardi di una parte di Active Network, che inciderà a suo dire positivamente su crescita, margini e profitti nell'esercizio 2018.
“Rimaniamo ottimisti sull'outlook di GPN nel medio/lungo termine", scrive, segnalando che "le azioni restano attraenti". Complessivamente, il titolo Global Payments ha ricevuto negli ultimi tre mesi 11 rating "buy" e 2 "hold" da parte degli analisti, che mediamente indicano un potenziale upside di circa l'8,2 rispetto al prezzo attuale nei dodici mesi (target price medio a 103,92 dollari).

GoDaddy Inc (NYSE:GDDY)

Fornitore di successo di tecnologie internet per piccole imprese indipendenti è invece GoDaddy, società con sede in Arizona che gestisce già adesso 17 milioni di clienti e 71 milioni di nomi di dominio, ma trova un enorme bacino potenziale di nuovi utenti nelle 465 milioni di piccole imprese attive a livello globale.

Lefton ricorda che il titolo è stato suggerito per un acquisto da Mark Mahaney, analista di RBC Capital che ha appena incontrato il management della società e il nuovo CEO Scott Wagner. Tra i catalizzatori, il broker ha segnalato in particolare GoCentral, piattaforma del gruppo per la costruzione di siti web con un grosso potenziale nel segmento mobile.
In generale, comunque, anche questo titolo è senza ombra di dubbio da categorizzare sotto la voce "strong buy", dal momento che ha ricevuto ultimamente sette raccomandazioni d'acquisto consecutive. Il target price medio fissato dalla media degli analisti che coprono il titolo si colloca a 48,50 dollari, circa il 10% sopra il prezzo corrente dell'azione.
(FINE PRIMA PARTE)
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

............
Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.