-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

mercoledì 20 settembre 2017

L'Asia frena in vista della Fed. Tokyo si ferma sulla parità

Dopo il moderato progresso di Wall Street martedì (con S&P 500 e Dow Jones Industrial Average comunque su nuovi massimi), alla riapertura degli scambi la tendenza è frenata seppure complessivamente positiva, come confermato dal marginale guadagno dell'indice Msci Asia-Pacific, Giappone escluso, mentre gli investitori aspettano le decisioni della Federal Reserve (Fed) che arriveranno in serata.
Sul fronte valutario, il Bloomberg Dollar Spot Index, paniere che monitora la divisa Usa nei confronti delle altre dieci principali monete, resta poco mosso mentre lo yen guadagna marginalmente sul biglietto verde (dopo avere toccato in overnight i minimi da luglio). Tokyo, dopo il balzo registrato nella precedente seduta, si muove intorno alla parità e in chiusura il Nikkei 225 limita allo 0,05% il suo apprezzamento (invariato invece l'indice più ampio Topix).

Tra i singoli titoli, da segnalare il rally di Nintendo, che ha toccato un progresso superiore al 7% in intraday (sui massimi di addirittura nove anni), sull'annuncio di un accordo con Tencent Holdings che potrebbe aprire le porte del mercato cinese al produttore nipponico di videogiochi. Sul fronte macroeconomico, in agosto le esportazioni dal Sol Levante sono cresciute del 18,1% annuo, contro il 13,4% di luglio e il 14,3% del consensus di Bloomberg.
Si tratta del tasso più elevato dal 18,4% del novembre 2013.
Tra le materie prime, il greggio è in recupero dopo la flessione di quasi l'1% di martedì (la prima in più di una settimana), mentre l'oro è poco mosso (si era apprezzato dello 0,30% nella precedente seduta). I future sul minerale di ferro perdono l'1,30% al Dalian Commodity Exchange.

Il prezzo del materiale siderurgico in consegna nel porto cinese di Qingdao è calato del 10% in quattro sessioni sui timori di crescita dell'offerta. Tornano a perdere terreno i titoli minerari a Sydney (Fortescue è in declino di oltre il 2%) ma con anche il settore finanziario in calo l'S&P/ASX 200 limita allo 0,08% la sua flessione in chiusura.
A circa un'ora dallo stop alle contrattazioni, Shanghai Composite e Shanghai Shenzhen Csi 300 sono in progresso intorno allo 0,20% e allo 0,30% rispettivamente. Fa meglio lo Shenzhen Composite, in crescita dello 0,70% circa. In positivo anche Hong Kong: l'Hang Seng guadagna intorno allo 0,20% (performance migliore per l'Hang Seng China Enterprises Index, sottoindice di riferimento nell'ex colonia britannica per la Corporate China, in espansione dello 0,40%).

Il Kospi di Seoul è invece intorno alla parità.
(RR - www.ftaonline.com)
Autore: Financial Trend Analysis Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

............
Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.