-

Class CNBC
Share Video
Share Video
-04:40Live-04:40
Live

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

giovedì 7 settembre 2017

L'Angolo del Trader

Mediaset in progresso nella seduta di mercoledì grazie al report di Banca Akros (raccomandazione migliorata ad accumulate, target a 3,70 euro) e alle indiscrezioni di ieri di Bloomberg, secondo cui Vivendi potrebbe proporre al gruppo di Cologno Monzese di entrare nel joint venture tra le controllate Canal+ e Telecom Italia finalizzata a contrastare Netflix e le altre piattaforme digitali.
Secondo Bloomberg, Mediaset entrerebbe nella jv mediante conferimento di Mediaset Premium e Vivendi cederebbe integralmente o parzialmente il 25,7% che ha in Mediaset, chiudendo il conflitto legale aperto un anno fa. Le quotazioni cercano disperatamente opporsi alle pressioni ribassiste, alimentate dalla violazione del supporto orizzontale in area 3,20 avvenuto la scorsa ottava.

Per il momento area 3 ha contenuto il movimento ribassista, prima che i prezzi potessero completare la copertura dell'ampio gap rialzista lasciato aperto a dicembre a 2,79 euro. Nel complesso il quadro grafico si sta progressivamente indebolendo mentre salgono le possibilità che il titolo possa riassorbire per intero il forte rialzo di fine 2016, circostanza che proietterebbe nuovamente i prezzi in area 2,20.
La tenuta di area 3 sarebbe un primo appiglio al quale aggrapparsi per sperare in un miglioramento delle prospettive ma solo oltre 3,35 giungerebbero segnali convincenti di ripresa per target a 3,50 euro circa, media mobile a 100 giorni.
Seduta interlocutoria ieri per Telecom Italia archiviata sui livelli del giorno precedente.

Mediobanca ha confermato il giudizio outperform e target a 1,34 euro sul titolo. Secondo indiscrezioni di stampa il gruppo avrebbe incaricato Egon Zehnder di selezionare candidati per la posizione di CEO dopo l'uscita di Flavio Cattaneo. Il favorito per la poltrona sembra essere l'attuale vicepresidente Giuseppe Recchi.
In seconda fila Amosh Genish (direttore operativo di Telecom, appena arrivato dalla controllante Vivendi) e Paolo Dal Pino (CEO della ex Pirelli Industrial, Prometeon). Una decisione è attesa per fine mese. Continuano inoltre le voci secondo cui Vivendi potrebbe proporre al gruppo Mediaset di entrare nella joint venture tra le controllate Canal+ e Telecom Italia finalizzata a contrastare Netflix e le altre piattaforme digitali.

Secondo Bloomberg Mediaset entrerebbe nella jv mediante conferimento di Mediaset Premium e Vivendi cederebbe integralmente o parzialmente il 25,7% che ha in Mediaset, chiudendo il conflitto legale aperto un anno fa. Il titolo è tornato a scendere dopo aver accennato un rimbalzo settimana scorsa.
I prezzi hanno violato i minimi di luglio ed ora stanno puntando verso la linea che guida il recupero dell'ultimo anno, ora a 0,76 circa. Supporti successivi a 0,7440 e 0,72 euro. Solo il perentorio ritorno oltre 0,8160 potrebbe favorire una estensione del rimbalzo con primo target a 0,845, lato alto del gap ribassista del 18 agosto, successivo a 0,889, top del 7 agosto.
Performance positiva ieri per Salini Impregilo (+1,86% a 3,0640 euro) in scia alle dichiarazioni dell'a.d.

Pietro Salini a margine di un evento: il gruppo centrerà gli obiettivi 2017, ovvero ricavi a 6,8-6,9 miliardi di euro, contro i 3,06 miliardi del primo semestre. Salini ha anche accennato al processi di valorizzazione di asset non strategici nel mondo, mentre in Italia il gruppo non ha attività non essenziali da cedere.
Per il manager la politica economica del governo dovrebbe puntare sugli investimenti in infrastrutture al fine di incrementare competitività e attrattività del Paese. L'analisi del grafico di Salini Impregilo evidenzia il recupero delle ultime 3-4 settimane, movimento che ieri ha spinto il titolo oltre la linea discendente tracciata per i massimi di maggio e luglio.

Il titolo sembra avere le carte in regola per estendere il rialzo fin sul massimo di luglio a 3,1960, ostacolo decisivo da superare per assistere al ritorno sul picco di giugno a 3,4280. Discese sotto 2,96/2,97 segnalerebbero invece un indebolimento della struttura tecnica di brevissimo, con rischio di ritorno sull'importante supporto statico posto in area 2,80 già testato in agosto.
(SF - www.ftaonline.com)
Autore: Financial Trend Analysis Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

............
Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.