-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

lunedì 18 settembre 2017

L'Angolo del Trader

Campari torna sulla parita' dopo la flessione iniziale. Il Sole 24 Ore riferisce di indiscrezioni relative all'ipotesi di vendita della divisione bibite, in particolare potrebbero essere in uscita i marchi Lemonsoda e Oransoda e altri minori, che rappresentano il 2% delle vendite di gruppo con un fatturato attorno ai 30 milioni di euro.
Un mandato in tal senso sarebbe stato affidato a Rabobank. Tra i potenziali interessati all'acquisto potrebbero esserci alcuni grandi gruppi internazionali come Nestle e Danone. Il ricavo dell'operazione potrebbe arrivare a 100 milioni di euro. Secondo Equita Sim l'impatto finanziario della vendita sarebbe marginale, il giudizio sul titolo resta "hold" con target price a 5,60 euro.

I prezzi sono scesi oggi fino a 6,055 euro per poi risalire marginalmente al di sopra dei 6,10 euro (close giovedì a 6,10). I minimi di venerdì sono a ridosso della media mobile a 100 giorni, supporto dimostratosi a più riprese solido nelle ultime settimane. Solo la decisa violazione di quei livelli potrebbe portare al test a 5,91 del minimo del 29 agosto.
Sotto tale supporto target a 5,70. Oltre 6,22, linea che scende dal top di giugno, possibile invece il ritorno proprio su quei massimi a 6,41 euro.
Indicazioni positive per Geox dalle dichiarazioni rilasciate dal presidente e fondatore Mario Moretti Polegato ad Affari & Finanza di Repubblica.

L'imprenditore ha affermato che il gruppo si concentrerà maggiormente su stile e innovazione e su un rinnovamento della catena dei negozi del marchio: in particolare, rispetto al passato crescerà l'offerta di abbigliamento (soprattutto giacche e giacconi). Moretti Polegato ha anche messo in evidenza l'importanza del mercato internazionale: l'export fornisce infatti a a Geox il 70% dei ricavi.
I mercati dove il brand riscuote maggiore successo sono quelli dei paesi ex Unione Sovietica (con crescita a doppia cifra), seguiti da Austria, Svizzera e Regno Unito. L'analisi del grafico di Geox evidenzia la pausa di consolidamento del rally partito a inizio anno in essere da circa un mese e mezzo.

Il titolo sembra in grado di riattivare il movimento ascendente, anche in virtù del testa e spalle di continuazione formatosi nell'ultimo mese e completato nelle sedute più recenti. Questo scenario verrebbe completato in caso di superamento del picco dell'8 agosto a 3,46 euro per 3,85 almeno, con obiettivo di medio/lungo termine a 4,39, massimo di fine 2015.
Discese sotto 3,21 preannuncerebbero invece un possibile affondo sul minimo di fine agosto a 3,02, supporto decisivo per evitare l'avvio di una correzione significativa.
*Maire Tecnimont *(-8,23% a 4,80 euro) in forte ribasso venerdì sotto il prezzo del collocamento: Reuters di prima mattina ha riferito, citando fonti di mercato, che Arab Development Establishment ha collocato azioni della società pari al 5% del capitale tramite una procedura di accelerated bookbuilding.

Il prezzo di vendita dei titoli è di 4,90 euro l'uno. In base ai dati reperibili sul sito Consob Arab Development Establishment era il secondo principale azionista con il 10% alle spalle della GLV Capital del presidente, a.d. e fondatore Fabrizio Di Amato con il 55%. Le vendite sono scattate dopo la mancata rottura dei massimi pluriennali a 5,40 circa.
Su questi livelli il titolo ha disegnato nelle ultime settimane un piccolo doppio massimo che ha già dispiegato i suoi effetti facendo precipitare i corsi a 4,90 circa. Discese fino a circa 4,75 euro non disturberebbero comunque le aspettative di crescita che, oltre 5,50, avvierebbero la ricopertura dell'ampio gap ribassista lasciato aperto nel 2011 a 6,91 circa.

Sotto 4,75 via libera invece verso 4/4,05 euro.
(SF - www.ftaonline.com)
Autore: Financial Trend Analysis Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

............
Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.