-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

venerdì 15 settembre 2017

Kim e la Corea del Nord non spaventano (per adesso) i mercati


L'ultima provocazione di Kim Jong Un è arrivata questa notte (ora italiana) quando la Corea del Nord ha lanciato un nuovo missile balistico che è arrivato a sorvolare l'isola di Hokkaido in risposta alle sanzioni imposte dalle nei giorni scorsi dalle Nazioni unite.

La reazione dei mercati

Ma a questo ennesimo lancio Tokyo non cede e il Nikkei chiude addirittura in rialzo dello 0,52% come anche Seul, diretta vicina di casa di Pyongyang a +0,2%.
Un diverso atteggiamento è stato adottato dai mercati europei: poco prima delle 10, infatti, Piazza Affari conferma una debolezza di fondo che la porta ad un leggero passivo dello 0,1% pari a 22.256 punti, seguita a ruota dal Dax a cavallo della parità (-0,06%), dal Cac40 a -0,04% e dal Ftse100 più appesantito con un -0,36%.
Il missile ha percorso una traiettoria di 3.700 km a una massima altitudine di 770 km, numeri che hanno suggerito come il missile fosse stato in grado, eventualmente, di raggiungere la base Usa di Guam.

Anche per questo motivo Seul ha risposto con il lancio di due missili balistici Hyunmoo-2 partiti da una base al confine con la Corea del Nord.

Le sanzioni

Nei giorni scorsi l'ONU ha deciso di applicare alla Corea del Nord le sanzioni più dure mai decise anche se la Russia e la Cina ne hanno frenato la severità chiesta invece dagli Usa e confermando come lo scetticismo sulla collaborazione di Mosca e Pechino fosse effettivo.
Le misure punitive volute dal Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite, che scatteranno da gennaio, prevedono un tetto alle vendite di petrolio per la OCrea del Nord che, per un anno,non superi i due milioni di barili all'anno, oltre al divieto di importare prodotti tessili nord-coreani, seconda fonte di introiti per l'economia nordcoreana ma anche il divieto di chiudere contratti con le aziende e i lavoratori nord-coreani all'estero.

Non solo, ma le nazioni potranno anche effettuare ispezioni nelle navi all'interno di porti presenti in paesi terzi. Inizialmente Washington aveva chiesto all'ONU non solo l'embargo totale sul petrolio e i suoi derivati ma anche una serie di sanzioni e restrizioni contro i rappresentanti del regime. 
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

............
Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.