-

Class CNBC
Share Video
Share Video
-04:40Live-04:40
Live

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

giovedì 7 settembre 2017

I mercati attendono con ottimismo Draghi. Stona Piazza Affari

Dopo tre sedute consecutive al rialzo, la piazza azionaria giapponese ha ritrovato il segno più oggi, con l'indice Nikkei 225 che ha chiuso le contrattazioni in progresso dello 0,2%, sulla scia della conclusione positiva di ieri a Wall Street.
In positivo le Borse europee che dopo un avvio in moderato rialzo hanno allungato progressivamente il passo, presentandosi negli ultimi minuti sui massimi intraday.
Il Ftse100 avanza dello 0,23%, mentre procedono in maniera più spedita il Cac40 e il Dax30 che si apprezzano rispettivamente dello 0,58% e dello 0,98%.
Sul fronte macro è stato diffuso il dato definitivo del PIL del secondo trimestre in Europa che ha evidenziato una variazione positiva dello 0,6%, in linea con la lettura precedente e con le attese degli analisti.


In Germania è stato reso noto l'aggiornamento relativo alla produzione industriale che nel mese di luglio si è attestata sulla parità, in recupero rispetto al calo dell'1,1% precedente, ma sotto le stime del mercato che puntava ad un rialzo dello 0,6%.
L'attenzione degli investitori è rivolta al meeting odierno della BCE che non dovrebbe riservare sorprese sul fronte dei tassi di interesse.
Si seguirà con attenzione la conferenza stampa del presidente Draghi che se da una parte non farà annunci di rilievo, dall'altra potrebbe fornire indizi sulle prossime mosse in materia di politica monetaria.
Resta indietro Piazza Affari dove il Ftse Mib ha tentato un timido rialzo, salvo poi tornare sui suoi passi e presentarsi negli ultimi minuti a ridosso dei 21.800 punti con un frazionale calo dello 0,08%.
Prosegue il rialzo di YNap che avanza dell'1,53%, ma nel settore lusso si muovono in positivo anche Luxottica e Moncler, con un vantaggio dell'1,5% e dello 0,71%, seguiti da Salvatore Ferragamo che sale dello 0,63%.
Bene STM che incrementa il suo valore dell'1,52% e il segno più precede anche Fca che sale dello 0,36%, diversamente da Exor che scende del 2,06%.


Male Ferrari che lascia sul parterre quasi il 4% del suo valore complice la bocciatura di Morgan Stanley che ha rivisto il giudizio sul titolo da "overweight" ad "underweight", con un prezzo obiettivo a 100 dollari.
In calo dell'1,22% Leonardo, penalizzato dai rumors secondo cui potrebbe slittare l'aggiudicazione della gara record per 350 addestratori alla Difesa degli Stati Uniti.
A due velocità le banche con Bper Banca e Intesa Sanpaolo in rialzo dello 0,26% e dello 0,21%, mentre Mediobanca e Unicredit cedono lo 0,29% e lo 0,47%, seguiti da Banco BPM e Ubi Banca che arretrano dello 0,65% e dello 0,94%.    
Sul fronte macro Usa oggi si guarderà alle nuove richieste di sussidi di disoccupazione che dovrebbero salire da 236mila a 241mila unità.

Per il dato finale della produttività non agricola del secondo trimestre si prevede una variazione positiva dell'1,2% rispetto allo 0,9% precedente, mentre il costo unitario del lavoro dovrebbe salire dello 0,3% in confronto allo 0,6% precedente.
In giornata è previsto un discorso di Loretta Mester, presidente della Fed di Cleveland.
Sul versante societario da segnalare i risultati degli ultimi tre mesi di Dell Technologies, dai quali ci si attende un utile per azione pari a 1,09 dollari.
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

............
Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.