-

Class CNBC
Share Video
Share Video
-04:40Live-04:40
Live

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

venerdì 15 settembre 2017

Ftse Mib prossimo a dei livelli chiave: i buy ancora validi

Ftse Mib prossimo a dei livelli chiave: i buy ancora validi
Di (KSE: 003160.KS - notizie) seguito riportiamo l'intervista realizzata a Bruno Moltrasio, trader professionista e titolare del sito www.brunomoltrasio.eu al quale abbiamo rivolto alcune domande sull'indice Ftse Mib e su diverse blue chips.
L’indice Ftse Mib si trova su nuovi massimi dell’anno dopo aver violato la soglia dei 22.000  punti. Si aspetta ulteriori spunti rialzisti nel breve?
Il nostro indice FTSEMIB ha raggiunto nelle ultime sedute livelli molto importanti dal punto di vista tecnico: quota 22.400 e poi 22.800 sono chiari livelli di resistenza statica.
Dopo questa iniziale indecisione i prezzi sono scattati violentemente al rialzo, andando a formare un’onda estesa che, nel conteggio secondo Elliott, potrebbe essere una potenziale onda 3 o C.
Ebbene il target di questo movimento potrebbe essere proprio area 22.400 - 22800 di Ftse Mib.
Chiaramente ora è prematuro prevedere cosa succederà una volta che l’indice dovesse approdare sui livelli segnalati, ma non si può escludere un ritracciamento importante, quindi una discesa dei prezzi, a chiudere tutta la struttura ABC con target in area 20.500.
Seguiremo insieme nelle prossime settimane, su questa rubrica, l’evoluzione dei prezzi.
A Piazza Affari come valuta l’attuale impostazione di due big del settore bancario come Unicredit e Intesa Sanpaolo? Consiglierebbe di acquistare sui livelli attuali?
I titoli bancari dopo aver sofferto per anni hanno ben performato negli ultimi tempi sino a raggiungere soglie importanti, come Intesa San Paolo che si trova nuovamente a fronteggiare l’importante resistenza di periodo a quota 2,95 euro.
Siamo proprio a ridosso di questo livello quindi un acquisto potrebbe essere effettuato solo sulla forza, ossia sulla violazione confermata della resistenza, oppure sulla debolezza in caso di ritracciamento in area 2.80 euro.
Unicredit è ben inserita in un canale rialzista di lungo periodo, ma anche in questo caso attenderei un piccolo ritracciamento in area 17,30 euro prima di procedere all’eventuale acquisto. In questo caso possiamo anche ipotizzare uno stop loss sulla perdita di 16.30 euro.
Fca sta battendo nuovi record storici, mentre Ferrari ha frenato un po’ la sua corsa dai massimi. Cosa può dirci di questi due titoli?
Fca ha superato la soglia dei 14 euro e si trova in questo momento sui massimi di periodo. Pur essendo chiaramente un titolo impostato al rialzo, acquistare sui massimi non è mai consigliabile. Meglio anche in questo caso attendere anche un breve ritracciamento, se possibile in zona 13,30 euro, prima di entrare sul titolo. Stop tassativo sulla perdita di 12.50 euro.
Ferrari è il gioiello automobilistico italiano e la sua quotazione in borsa ha riscosso il favore degli investitori e solo recentemente ha subito una battuta d’arresto. Sarebbe interessante entrare sul titolo in area 83,00 - 82,80 euro, ovvero al pullback sui precedenti massimi fatti segnare nei primi giorni dello scorso mese di giugno.
In questo momento l’andamento del titolo è incerto quindi meglio aspettare l’evoluzione futura delle quotazioni, ma se dovesse arrivare nella zona indicata ritengo possa essere una buona opportunità di acquisto, In questo caso lo stop loss andrebbe messo sulla perdita dei 74,50 euro.
Visti i recenti movimenti del petrolio, quali strategie operative ci può fornire per due titoli del settore oil come ENI e Saipem?
Eni si è portata sopra la soglia dei 13.65 superando proprio nella seduta di ieri una importante resistenza di periodo. Se dovesse mantenersi sopra questa soglia potrebbe essere una opportunità di acquisto a patto di posizionare uno stop sulla perdita di 12,70 euro.
Considerati i saliscendi cui abbiamo assistito negli ultimi tempi sui petroliferi la prudenza non è mai troppa.
Saipem invece in caso di ulteriore allungo si troverà ben presto a fronteggiare la resistenza a 3.55 euro, quindi ritengo preferibile attendere per vedere come si comporterà il titolo su questi livelli.
Chiaramente in caso di breakout dei 3.55 anche Saipem diventerebbe appetibile, ma fra i due titoli, almeno al momento, punterei su ENI che mi sembra avere una migliore forza relativa.
Quali sono i titoli che sta seguendo più da vicino nella sua operatività? A quali consiglia di guardare ora?
Su tutti mi piace molto STM. Il titolo ha molto ben performato e dopo una lunga fase laterale di riaccumulazione ha di nuovo rotto i massimi di periodo. Se il clima di fondo resterà positivo, penso che STM potrà dare grandi soddisfazioni. Anche in questo caso però occorre mettere uno stop a protezione, quindi in caso di acquisto sugli attuali livelli in area 16 euro bisogna mettere in preventivo di abbandonare la posizione qualora il titolo dovesse riportarsi sotto 14.80 euro.

Ricordo ancora ai lettori che potranno trovare i grafici del nostro FTSE-MIB con tutti i livelli segnalati sul mio sito .

Nessun commento:

Posta un commento

CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

............
Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.