-

Class CNBC
Share Video
Share Video
-04:40Live-04:40
Live

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

venerdì 8 settembre 2017

Ferrari: Equita e Mediobanca contro Morgan Stanley. View bullish

Torniamo a parlare quest'oggi di Ferrari di cui ci siamo già occupati nella giornata di ieri, quando il titolo ha vissuto una seduta ad alta tensione, lasciando sul parterre quasi il 7% del suo valore. Dopo quest'affondo Ferrari oggi ha provato a recuperare terreno, arrivando a segnare un massimo intraday a 93,5 euro, con un progresso di quasi il 3%, salvo poi tornare sui suoi passi.
Il titolo è anche scivolato al di sotto della parità per poi terminare gli scambi a 91,1 euro, con un frazionale rialzo dello 0,11%.

Sempre vivaci i volumi di scambio che hanno visto passare di mano oltre 1,5 milioni di azioni, quasi il doppio della media giornaliera degli ultimi tre mesi pari a quasi 800mila pezzi.
Ieri Ferrari è stato travolto dalle vendite sull'onda della bocciatura di Morgan Stanley che ha deciso di modificare la sua strategia da "overweight" ad "underweight", con un prezzo obiettivo a 100 dollari.

Le obiezioni di Equita SIM all'analisi di Morgan Stanley

Quest'oggi, in risposta alle indicazioni arrivate ieri dalla banca Usa, tanto Mediobanca quanto Equita SIM hanno diffuso un report su Ferrari nel quale si sono soffermati su diversi fattori relativamente ai quali hanno espresso un'opinione ben diversa rispetto a quella di Morgan Stanley.


Gli analisti di Equita SIM ritengono che il Ferrari abbia delle caratteristiche uniche che permettono il controllo delle principali variabili operative tranne il forex ed eventuali cambiamenti legislativi.
Gli esperti prevedono una crescita annua del 4%-5%, per cui ritengono che l'esclusività non sia a rischio, anche in vista di nuovi modelli della concorrenza.

La SIM milanese richiama l'attenzione inoltre su alcuni spunti emersi dal recente road show di Ferrari, ricordando che dal management è arrivata la conferma che il portafoglio attuale può arrivare a 9-10mila unità. I nuovi
modelli ibridi dal 2019 e la nuova famiglia serviranno a superare questa soglia.
Il 2018 sarà un anno di transizione a causa di un minor mix, in quanto LaFerrari Aperta completerà le consegne nel primo trimestre del prossimo anno, e di un forex sfavorevole, soprattutto per la debolezza del  dollaro.
Per gli analisti di Equita SIM questi effetti sfavorevoli sono compensabili dalla crescita dei volumi, magari accelerando le consegne in waiting list, sfruttando l’effetto leva, dalle maggiori personalizzazioni, dall'aumento dei prezzi e dal risparmio dei costi in Formula 1.

Inoltre, confermando quanto fatto negli ultimi anni, gli analisti pensano che possa essere lanciata una nuova versione speciale con le prime consegne nella seconda metà del prossimo anno.
Equita SIM stima una crescita dell’EBITDA 2018 comunque inferiore agli ultimi anni, con una ripresa più sostenuta negli anni successivi.
Quanto al piano industriale in arrivo nel primo trimestre del 2018, gli analisti sono ancora dell'idea che l’obiettivo di medio-lungo termine sia l’EBITDA al 36-37%, mentre l'estensione del brand è stata spostata in avanti, essendo in fase di elaborazione una nuova strategia per lo sfruttamento del marchio in altri segmenti premium.


La SIM milanese mantiene una view positiva su Ferrari, reiterando la raccomandazione "buy", con un target price a 110 euro.

Bullish anche Mediobanca su Ferrari

A scommettere sul titolo è anche Mediobanca che oggi ha confermato il rating "outperform", con un fair value a 109 euro.
Gli analisti credono che eventuali flessioni siano un'occasione d'acquisto per Ferrari che a loro dire viaggia ancora su valutazioni basse, diversamente da quanto sostenuto ieri da Morgan Stanley.
Con riferimento all'eventuale competizione da parte di altri player, Mediobanca ritiene improbabile un'IPO di Lamborghini e crede che difficilmente sbarcheranno in Borsa McLaren e Aston Martin.    
Gli analisti non vedono inoltre alcun rischio di diluizione del marchio, spiegando che il segreto per mantenere l'esclusività è produrre la metà di quello che il mercato potrebbe vendere.
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

............
Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.