-

Class CNBC
Share Video
Share Video
-04:40Live-04:40
Live

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

mercoledì 6 settembre 2017

Fca rifiata dopo il rally. Un'occasione per comprare?


Un'altra seduta in calo per Fca che, dopo aver ceduto oltre un punto percentuale ieri, ha provato a risalire la china oggi, fallendo però nel suo intento. Il titolo, dopo aver toccato un massimo intraday a 13,4 euro, ha cambiato direzione di marcia, fermandosi a 13,12 euro, con un rosso dello 0,38% e circa 13 milioni di azioni scambiate, poco sotto la media giornaliera degli ultimi tre mesi pari a circa 14,5 milioni di pezzi.
Fca ha perso terreno nelle ultime due sedute dopo il poderoso rally di venerdì scorso, quando con un rialzo di quasi il 5,5% le quotazioni sono arrivate a segnare nuovi massimi storici.   
Già ieri il titolo ha iniziato a tirare il fiato sulla scia anche di alcune dichiarazioni rilasciate dall'AD Marchionne, che avevano un po' frenato la speculazione delle ultime giornate.

Le ultime dichiarazioni di Marchionne

In occasione del Gran Premio di Monza il manager ha confermato l’intenzione di spinoffare la componentistica entro il 2018, confermando le indiscrezioni giornalistiche delle scorse settimane.
Marchionne ha aggiunto che non sono maturi i tempi per uno spin-off di Maserati e Alfa Romeo, almeno fino a quando i due brand non saranno in grado di autofinanziarsi e comunque non prima che scada l’ultimo suo mandato, quindi dal 2019 in avanti.
L'AD di Fca ha inoltre confermato di non aver ricevuto alcuna offerta da società cinesi, aggiungendo che non sta lavorando ad una grossa operazione e che non è prevedibile se ciò possa accadere prima dell’aprile 2019, cioè quando lui lascerà il gruppo.

Equita analizza le indicazioni dell'AD e i dati sulle vendite di agosto

Per gli analisti di Equita SIM le dichiarazioni di Marchionne sono allineate allo scenario da loro già descritto, in base al quale lo spin-off della  componentistica è considerato fattibile a breve anche perché le recenti indiscrezioni apparivano piuttosto circoscritte.
Desiderabile lo spin-off Maserati-Alfa, ma solo nel medio termine, mentre è ancora lontano un deal "conclusivo" che preveda cioè la fusione o la cessione di Fca.
Gli esperti della SIM milanese si sono soffermati anche sui dati relativi alle vendite di auto nel mese di agosto, parlando di immatricolazioni deboli negli Stati Uniti, come previsto, e definendo al contempo buone quelle in Italia.


Equita SIM mantiene una view cauta su Fca, reiterando la raccomandazione "hold", con un prezzo obiettivo a 14,1 euro. 
Lo stesso rating è stato ribadito oggi da Berenberg, con un target price a 9,2 euro, già ampiamente superato dalle valutazioni correnti di Borsa.

Bca IMI è positiva su Fca: 3 i catalizzatori chiave

A puntare sul titolo è invece Banca Imi che non più tardi di ieri ha rinnovato l'invito ad aggiungerlo in portafoglio, con un fair value a 12,3 euro.

Gli analisti non sono sorpresi dalla pausa che sta interessando Fca dopo il rally, segnalando che i dati sulle vendite di auto in Italia e negli Stati Uniti ad agosto sono coerenti con le sue stime per l'intero 2017. 
Secondo Banca IMI i principali catalizzatori per il titolo sono la presentazione del nuovo piano industriale, lo spin-off di Magneti Marelli e la potenziale valorizzazione di altri asset.
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

............
Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.