-

Class CNBC
Share Video
Share Video
-04:40Live-04:40
Live

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

giovedì 14 settembre 2017

Borse incerte in attesa della BoE. Ftse Mib a galla con Fca


Dopo tre giornate consecutive di rialzi, la piazza azionaria giapponese ha incontrato una battuta d'arresto oggi, con il Nikkei 225 che ha terminato gli scambi in flessione dello 0,29%.
Il mercato ha risentito di alcuni dati macro diffusi in Cina che hanno segnato una frenata dell'economia, con la produzione industriale che ad agosto è salita del 6% rispetto al 6,4% di luglio, mentre le vendite al dettaglio, sempre ad agosto, hanno evidenziato una variazione positiva del 10,1%, rispetto al 10,4% del mese precedente e al di sotto del 10,5% messo in conto dagli analisti.
Deboli le Borse europee che dopo un avvio si mantengono al di sotto della parità, ma non tutte, con il Dax30 e il Cac40 in calo dello 0,23% e dello 0,05%, mentre sale dello 0,07% il Ftse100.


Sul fronte macro in Europa è stato diffuso un solo dato, in Francia, dove la versione finale dell'inflazione ad agosto ha evidenziato una variazione positiva dello 0,5%, in linea con la lettura preliminare e con le stime degli analisti. 
In tarda mattinata è atteso il responso dela Bank of England sui tassi di interesse, destinati a rimanere fermi al minimo storico pari allo 0,25%. 
Prova a mantenersi a galla Piazza Affari dove il Ftse Mib viene fotografato in area 22.250, con un frazionale rialzo dello 0,03%.
In frenata le banche che dopo i recenti progressi cedono il passo ad alcune prese di beneficio con Bper Banca in rosso dell'1,46%, seguito da Banco BPM e Ubi Banca che arretrano dello 0,61% e dello 0,45%, mentre Mediobanca cede lo 0,34% e si difendono meglio Unicredit con un frazionale ribasso dello 0,1% e ancor più Intesa Sanpaolo che viaggia in salita dello 0,41%.
In rosso gli assicurativi con Unipol e UnipolSai in flessione di oltre l'1%, mentre Generali limita i danni allo 0,57%.

Poco mosso Telecom Italia che cala dello 0,06% dopo che la Consob ha detto che la quota del gruppo in capo a Vivendi deve essere qualificata come una partecipazione di controllo di fatto.
In rialzo dell'1,6% Fca che aggiorna il suo massimo storico dopo che in estate le vendite di auto in Europa sono cresciute del 9,8% rispetto al rialzo del 5,5% registrato dal mercato di riferimento.
Sale dell'1,29% Mediaset dopo il crollo della vigilia: Vivendi ha presentato un piano all'Agcom nel quale si dichiara disponibile a congelare la partecipazione eccedente il 10%. 
Il rialzo del petrolio oltre quota 49,5 dollari favorisce i titoli del settore oil con Saipem ed ENI in ascesa dello 0,77%, seguiti da Tenaris che guadagna lo 0,5%.
Sul fronte macro Usa oggi si conosceranno le nuove richieste di sussidi di disoccupazione che dovrebbero aumentare ancora da 298mila a 300mila unità.

Per l'inflazione di agosto si prevede un rialzo dello 0,93% rispetto allo 0,1% precedente, mentre la versione "core" è vista in salita dallo 0,1% allo 0,2%.
Dopo la chiusura di Wall Street i riflettori saranno puntati su Oracle che alzerà il velo sui conti del primo trimestre dell'esercizio 2017-2018, dai quali ci si attende un utile per azione pari a 0,6 dollari. 
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

............
Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.