-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

martedì 12 settembre 2017

Bond oggi: sotto esame il Bei 6% in rubli. Comprarlo o no?

Bond oggi: sotto esame il Bei 6% in rubli. Comprarlo o no?
Numero di scambi e controvalori elevati ieri al Mot per un titolo Bei che ogni investitore/trader deve tenere sotto osservazione. Si tratta del Bei tasso fisso 6% in rubli scadenza 13/7/2020 (Isin XS1640882194 – taglio minimo 50.000 Rub equivalenti a 727 euro). Un bond giovane ma già “popolare”, ideale per seguire i movimenti della valuta russa, grazie a due fattori: la “duration” è molto bassa (2,66) e quindi marginale l’esposizione all’andamento dei tassi; la quotazione sotto 100 – ieri a 98,83 Rub – limita il capitale da collocare, al contrario di quanto avviene per la stragrande maggioranza delle emissioni nella divisa moscovita presenti al Mot, che prezzano sopra la pari. Bene (Londra: 0N6T.L - notizie) anche il rendimento a scadenza, stimato sul 6,5%. 
Pochi riferimenti grafici
Un difetto consiste nel fatto che questa obbligazione è stata emessa solo di recente (13/7/2017), il che impedisce di operare con riferimenti grafici utili a valutarne i movimenti. In quasi due mesi ha comunque toccato un minimo a 97,5 Rub, ma occorre notare che il prezzo di emissione era stato a 98,13, il che comporterà un’inefficienza fiscale al momento del rimborso, previsto a 100. Il Bei 6% è quotato su molte Borse europee e registra un tendenziale disallineamento di prezzi: ieri pomeriggio la situazione più favorevole si segnalava alla Deutsche Boerse (IOB: 0H3T.IL - notizie) , con quotazione a 98,3 Rub e la più sfavorevole al Mot (98,83 Rub), ma è pur vero che lo “spread” denaro/lettera migliore si rilevava su Borsa Italiana.
Lo yield sta in mezzo
Relativamente ai bond in rubli di organizzazioni sovranazionali presenti al Mot il 6% della Bei si colloca a metà fra il rendimento più alto (6,7% dell’Ibrd a cedola 10%, scadenza 2019) e il più basso (6,2% dell’Ebrd zero coupon, scadenza 2026), sebbene il confronto risenta inevitabilmente di “spread” molto ampi nel caso di alcune emissioni. La Bei 2020 si dimostra invece ottima sotto questo profilo, con marginali differenze fra prezzo di acquisto e di vendita sul book di negoziazione: ieri non si sono superati i 15 punti base, un’inezia nell’ambito dei bond in valute emergenti. 
Il rublo torna sotto i 70
Ha ritrovato un po’ di forza sull’euro, dopo le difficoltà dell’estate. Il rublo è rientrato infatti sotto quota 70, livello psicologicamente importante, almeno negli ultimi due anni. Non si è però ancora determinata una reale inversione di trend, come confermano gli indicatori tecnici di lungo termine (periodicità mensile), sebbene “weekly” e “daily” siano più incerti. Una prima normalizzazione avverrà – in base ai dati attuali – sotto i 67,4, contro i 68,5 di ieri. La discesa dell’inflazione, passata dal 5% di gennaio al 3,3% di agosto, porta a credere che il calo dei tassi di interesse proseguirà in Russia nei prossimi mesi. Il rublo quindi potrebbe riservare sorprese, purché il quadro geopolitico internazionale non tenda a peggiorare. Il vero rischio è sempre questo. 

Nessun commento:

Posta un commento

CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

............
Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.