-

Class CNBC
Share Video
Share Video
-04:40Live-04:40
Live

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

mercoledì 6 settembre 2017

Bond oggi: ottobre decisivo per Telecom Portugal/Oi


 
La difficile situazione di Portugal Telecom/Oi (Sao Paolo: R2:OIBR3S.SA - notizie) potrebbe trovare una risoluzione nel corso delle prossime settimane. La ristrutturazione del debito di PT, passato sotto il cappello di Oi Brazil, quest’ultima andata in default nel corso del 2016, sarà infatti discussa nell’assemblea dei creditori del gruppo, prevista in Brasile (Riocentro) in prima sessione il 9 ottobre prossimo e poi il 23 dello stesso mese, opzione la seconda più probabile per il raggiungimento di un quorum. La vicenda riguarda non pochi obbligazionisti italiani. 
Il contesto appare ancora complesso, ma in fase di evoluzione, poiché la ristrutturazione del debito della capogruppo Oi Brazil starebbe incontrando una qualche forma di intesa fra i creditori, dopo confronti macchinosi su cui non vale la pena dilungarsi. Nello scorso mese di marzo è stata avanzata una proposta articolata, sotto certi profili simile (almeno in parte) a quella realizzata per la spagnola Abengoa (Londra: 0NUI.L - notizie) .
Ecco cosa si darebbe in cambio
Sostanzialmente la riorganizzazione prevede, come progetto iniziale, un concambio delle vecchie emissioni Portugal Telecom/Oi con nuove obbligazioni in parte a tasso fisso e in parte di tipo convertibile, a pagamento però delle cedole con modalità cosiddetta Pik, ovvero “Payment in kind”, consistente in ulteriori strumenti finanziari. Alle due tipologie di bond si aggiungerebbero azioni della società ristrutturata. Si è accennato a una qualche forma di intesa: i due maggiori gruppi creditori e alcune associazioni nate per proteggere gli obbligazionisti – secondo fonti di stampa brasiliana – avrebbero raggiunto un accordo per accelerare il processo di ristrutturazione. Difficile dire a quale perdita porterà l’operazione per i detentori dei bond, vista come ancora di salvataggio rispetto al rischio di una stasi senza fine, temuta nei mesi scorsi. 
Le quotazioni dicono che…
Se è vero che anche in questi casi la verità la decretano i mercati, ecco una veloce analisi delle quotazioni di alcuni bond di Oi e di PT in euro.
L’Oi Brazil 5,625% scadenza 22/06/2021 (Isin XS1245245045 – taglio 100.000 euro – ammontare 600 milioni di euro) quota sui 36,4, con una certa volatilità da giugno in poi. E’ trattato solo sull’“Otc” da broker specializzati, ma è curioso notare che il “bid” – “ask” si aggira sui 100 pb, inferiore rispetto a tante solidissime emissioni oggetto di acquisizioni da parte della Bce (Toronto: BCE-PRA.TO - notizie) nell’ambito del suo Quantitative Easing. 
Il Portugal Telecom 5% scadenza 4/11/2019 (Isin XS0462994343 – taglio 50.000 euro – ammontare di 750 milioni di euro) quota a 35 euro su Tlx, con spread anche in questo caso abbastanza contenuti. 
Il mercato dice quindi che il valore del concambio dovrebbe essere – salvo fattori imprevedibili – sui 35 euro, ma certo è che tutto appare ancora incerto. 

Nessun commento:

Posta un commento

CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

............
Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.