-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

venerdì 1 settembre 2017

Bond oggi: in sterline meglio gli inflation o i variabili?

 
E’ tornata a livelli che non si vedevano dal biennio 2008/2009, cioè nel pieno della tempesta Lehman. La sterlina a oltre 0,92 l’avevano prevista in pochi e comunque solo in caso di rottura delle trattative su Brexit. Invece si è materializzata in anticipo, sollevando quesiti se possa toccare in futuro la parità contro l’euro. Si aprirebbe allora un’occasione forse insperata per gli obbligazionisti, che cominciano a valutare già oggi posizioni sulla divisa britannica. La violenza del movimento ribassista degli ultimi tempi ha fatto sì che le medie mobili su periodicità settimanale o mensile siano state spazzate via d'impeto, con “pivot points” che ora si spostano a 0,937 e poi a 0,947. Intanto gli indicatori dicono “sell” e il sentiment degli operatori è “orso” senza alcuna incertezza. Il tutto sembra però esagerato se si pensa che il quadro economico resta positivo, con il Pil in crescita dell’1,7% su base annua, il tasso di occupazione al 4,4% e il debito pubblico in crescita ma pur sempre all’89% sul Pil, sotto percentuali ben più critiche di altri Paesi europei. 
Eppure è il momento di agire
La sterlina iperdebole spinge al rialzo l’inflazione e fa prevedere che nei prossimi sei/otto mesi la Banca Centrale dovrà aumentare i tassi di interesse, fermi allo 0,25% da oltre un anno. Inevitabile quindi l’interesse nei confronti delle obbligazioni “inflation linked” e a tasso variabile, entrambe con punti forti e punti deboli.
“Inflation” – I governativi Gilti sono quotati su Tlx, con scadenze corte, medie e lunghe. Di (KSE: 003160.KS - notizie) fronte a un’inflazione ormai al 2,6% diventano strumento fondamentale per chi voglia puntare sulla sterlina. Sono però molto cari, se si pensa che lo 0,125% 22Nv19 (Isin GB00BBDR7T29) quota sui 107 e che lo 0,375% 22Mz62 (Isin GB00B4PTCY75) addirittura sui 236 Gbp. Si paga inflazione caricata precedentemente, onere sconveniente. Nella fase attuale è consigliabile collocarsi su scadenze medie: per esempio l’1,875% 22Nv22 (Isin GB00B1Z5HQ14), che prezza sui 124,3 Gbp. Attenzione però agli “spread” denaro/lettera, ampi e tali da consigliare - a chi lo possa fare - di operare sul mercato “Otc”, nettamente più favorevole. L’avvertenza è di posizionarsi sui Gilti solo in presenza di segnali chiari di rafforzamento della sterlina, che assieme al coefficiente inflattivo svolge un evidente elevato moltiplicatore di performance in alcuni momenti. La gestione di questi bond richiede comunque una certa conoscenza specifica e la convivenza con forte volatilità.
Tassi variabili – Sul Mot sono quotati vari bond di tale tipo, prevalentemente a tasso misto, con la parte fissa ormai scaduta. I rendimenti non sono rilevanti, ma la volatilità resta sotto controllo. Fra i variabili puri segnaliamo il Mediobanca (Milano: MB.MI - notizie) tv Nv 2020 (Isin IT0005143257 – lotto 2000 Gbp), indicizzato al Gbp Libor + 1,4%, che quota sui 102 con scambi modesti, oltre a un altro Mediobanca, il tv Gen23 (Isin IT0005239261 – taglio 1.000), che negli ultimi giorni ha subito una forte accelerazione di prezzo: quota sui 102,2 e paga il Gbp Libor +1,50, con “floor” 1,5% e “cap” 4,5%. Più ricca l’offerta dei tassi misti, fra cui evidenziamo:
  • l’Unicredit Ap26 (Isin XS1377799355 – taglio 1.000) che paga il 3,1% fisso per le cedole versate fino all'11 aprile 2020 e si trasformerà poi in tasso variabile indicizzato Gbp Libor a 3 mesi più spread 0,25%, per le restanti cedole sino a scadenza; quota sui 104,5.
  • l’Imi Nv22 (Isin XS1522284576 – taglio 1.000), che riconosce il 3,0% fisso fino al 23/11/2019, per trasformarsi in seguito in un variabile indicizzato Gbp Libor a 3 mesi più spread 1,0% e con “cap” 3,0% fino a scadenza; quota sui 102,3.
Anche i tassi variabili risultano oggi cari, con un trend accentuatosi nelle ultime settimane. Rendono meno in prospettiva rispetto agli “inflation linked” ma comportano minore impegno di capitale, con una volatilità media inferiore. 

Nessun commento:

Posta un commento

CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

............
Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.