-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

mercoledì 27 settembre 2017

12 dividendi per garantirsi una rendita in ogni mese dell'anno


Dalle pagine di Kiplinger, Dan Burrows propone una lista per investire nei migliori Dividend Aristocrats, il gruppo ristretto dei titoli dello S&P 500 che possono vantarsi di aver incrementato il dividendo pagato agli azionisti per oltre 25 anni. Dopo aver selezionato le più solide tra le 50 società che compongono il gruppo, è andato a guardare le date in cui ciascuna effettua le distribuzioni delle cedole agli azionisti, combinandole per comporre un portafoglio di 12 azioni che garantiscano agli investori un flusso costante di redistribuzioni mensili nel corso dell'anno.

Ecco i nomi.

Gennaio: Walmart Stores (WMT)

Prezzo dell'azione: 79,39 dollari.
Ultimo dividendo trimestrale: 0,51 dollari. 
Rendimento del dividendo: 2,6%.
Anni consecutivi di incrementi della cedola: 43.
Altre date di stacco della cedola: aprile, giugno, settembre.
Il primo titolo della lista è WalMart, gigante della grande distribuzione ben determinato a stare al passo di Amazon.com nella competizione per accaparrarsi il mercato del commercio elettronico.

Lo ha dimostrato, ricorda Burrows, con la serie di acquisizioni di retailer online - da Jet.com a ShoeBuy.com e Moosejaw.com - di cui sta adesso raccogliendo i frutti: nel suo secondo trimestre fiscale terminato a luglio, le vendite online della società sono balzate del 60% proprio per il contributo dei nuovi asset.

Febbraio: AT&T (T)

Prezzo dell'azione: 38,72 dollari.
Ultimo dividendo trimestrale: 0,49 dollari. 
Rendimento del dividendo: 5,4%.
Anni consecutivi di incrementi della cedola: 32.
Altre date di stacco della cedola: maggio, agosto, settembre.
Quando si tratta di dividendi, ricorda Burrows, difficilmente si troverà un'area del mercato più affidabile del settore telecomunicazioni: come le utility, le compagnie telco hanno un flusso di ricavi garantito e prevedibile che arriva mensilmente con i servizi in abbonamento.

E' la formula che ha permesso ad AT&T di incrementare il suo payout per più di trent'anni, oltre che di offrire uno dei più alti rendimenti tra le 417 società dello S&P 500 che redistribuiscono gli utili sotto sotto forma di dividendo.

Marzo: ExxonMobil (XOM)

Prezzo dell'azione: 80,89 dollari.
Ultimo dividendo trimestrale: 0,77 dollari. 
Rendimento del dividendo: 3,9%.
Anni consecutivi di incrementi della cedola: 34.
Altre date di stacco della cedola: giugno, settembre, dicembre.
Un primato vanta anche ExxonMobil, che è la più grande compagnia quotata tra i 50 dividendi aristocratici dell'S&P 500.

Il colosso formatosi nel 1998 dalla mega-fusione tra Exxon e Mobil - entrambe società discendenti dalla Standard Oil di John D. Rockefeller - non ha mai deluso gli investitori in cerca di una rendita. Nel corso della sua complicata storia societaria - e nonostante gli alti e bassi continui dei prezzi del petrolio negli ultimi anni - ha sempre distribuito le sue cedole sin dal 1882.

Aprile: Medtronic (MDT)

Prezzo dell'azione: 78,37 dollari.
Ultimo dividendo trimestrale: 0,46 dollari. 
Rendimento del dividendo: 2,2%.
Anni consecutivi di incrementi della cedola: 39.
Altre date di stacco della cedola: gennaio, luglio, ottobre.
Non è la più grande in assoluto ma può vantarsi di essere la più grande del suo settore Medtronic, società di strumentazioni mediche con un enorme portafoglio di prodotti destinati al mercato dell'healthcare, dagli stent usati in chirurgia ai microinfusori di insulina.

E con un impegno: restituire regolarmente una salutare dose di cash agli azionisti sotto forma di dividendo: cosa che fa ogni anno dal 1978.

Maggio: Procter & Gamble (PG)

Prezzo dell'azione: 92,65 dollari.
Ultimo dividendo trimestrale: 0,6896 dollari. 
Rendimento del dividendo: 3%.
Anni consecutivi di incrementi della cedola: 60.
Altre date di stacco della cedola: febbraio, agosto, novembre.
E ha dimostrato "nella buona e nella cattiva sorte" che considera una priorità il suo dividendo anche Procter & Gamble, una classica azione difensiva che ha staccato le sue cedole agli azionisti ininterrottamente dal 1891 senza riguardo per guerre e recessioni varie.

Sono inoltre già 60 anni che la quota di utile distribuito cresce ininterrottamente. Il suo punto di forza: vendere cose di cui nessuno può fare a meno in qualsiasi congiuntura economica.

Giugno: Johnson & Johnson (JNJ)

Prezzo dell'azione: 132,45 dollari.
Ultimo dividendo trimestrale: 0,84 dollari. 
Rendimento del dividendo: 2,5%.
Anni consecutivi di incrementi della cedola: 54.
Altre date di stacco della cedola: marzo, settembre, dicembre.
Altro tradizionale titolo considerato un rifugio in momenti complicati del mercato è il colosso dell'health-care Johnson & Johnson, forte del suo essere allo stesso tempo un gigante del settore farmaceutico, un produttore di apparecchi medicali, ma anche proprietario di brand di larghissimo consumo come i cerotti Band-Aid o il Listerine.

Una diversificazione che ha garantito alla società una lunga e prospera esistenza: fondata nel 1886, Johnson & Johnson è diventata una public company nel 1944, e in questa veste distribuisce dividendi cresciuti senza sosta da più di mezzo secolo.

Luglio: Ecolab (ECL)

Prezzo dell'azione: 129,42 dollari.
Ultimo dividendo trimestrale: 0,37 dollari. 
Rendimento del dividendo: 1,1%.
Anni consecutivi di incrementi della cedola: 25.
Altre date di stacco della cedola: gennaio, aprile, ottobre.
Come Exxon o Chevron, spiega Burrow, anche Ecolab è un altro un titolo coinvolto in qualche modo nell'industria dell'Oil & Gas e con una storia di dividendi cresciuti a un passo regolare.

Fornitore di servizi di depurazione delle acque, manutenzione e servizi igienico-sanitari alle grandi imprese industriali (e in particolare all'industria petrolifera), nel lungo termine Ecolab si è dimostrato un titolo solido e in grado di distribuire la sua cedola per ben 80 anni di fila.
Oltre che garantirsi l'accesso nell'esclusivo club dei Dividend Aristocrats, il titolo ha più che raddoppiato il suo valore negli ultimi 5 anni, sovraperformando agevolmente il mercato.

Agosto: Abbott Laboratories  (ABT)

Prezzo dell'azione: 52,85 dollari.
Ultimo dividendo trimestrale: 0,265 dollari. 
Rendimento del dividendo: 2%.
Anni consecutivi di incrementi della cedola: 46.
Altre date di stacco della cedola: febbraio, maggio, dicembre.
Più giovane, ma non per questo meno generosa è la politica di restituzione dei profitti di Abbot Labs, società che si è da pochi anni snellita con lo spin-off nel 2013 della sua divisione farmaceutica, AbbVie.

Ragione dello scorporo: concentrarsi nel segmento dei farmaci generici, dei strumenti medicali e dei prodotti di diagnostica. Come per Johnson & Johnson, fa notare Burrows, anche in questo caso la diversificazione delle attività del gruppo all'interno del settore healthcare ha aiutato la società a mantenere in maniera sostenibile il suo dividendo, pagato sin dal 1924 e incrementato ogni anno da quasi 50 anni.

Settembre: Chevron (CVX)

Prezzo dell'azione: 117,52 dollari.
Ultimo dividendo trimestrale: 1,08 dollari. 
Rendimento del dividendo: 3,8%.
Anni consecutivi di incrementi della cedola: 31.
Altre date di stacco della cedola: marzo, giugno, dicembre.
Se l'aspetto interessante degli investimenti nelle grandi compagnie petrolifere è la generosità che tradizionalmente dimostrano in tema di dividendi, il rischio di settore sta nella volatilità dei prezzi del greggio.

Ma la buona notizia, suggerisce Burrows, è che per il petrolio si annuncia una fase di relativa stabilità nei prossimi mesi. Indipendentemete da questo, chi investe in Chevron ha la garanzia di un impegno ad alzare il payout che dura ormai da tre decenni.

Ottobre: Illinois Tool Works (ITW)

Prezzo dell'azione: 143 dollari.
Ultimo dividendo trimestrale: 0,78 dollari. 
Rendimento del dividendo: 2,1%.
Anni consecutivi di incrementi della cedola: 53.
Altre date di stacco della cedola: gennaio, aprile, luglio.
Illinois Tool Works è invece un fornitore di prodotti per l'industria con svariati segmenti di attività (materiali da costruzione, componenti auto e attrezzature per la ristorazione).

In generale sensibile ai cicli economici, la società ha tratto grossi benefici dall'espansione economica degli ultimi anni: fondata nel 1921, negli ultimi 5 anni ha sovraperformato lo S&P 500 di quasi 70 punti percentuali. Da molto più tempo invece riesce a incrementare stabilmente il suo dividendo: la data di partenza è il 1964.

Novembre: Lowe's (LOW)

Prezzo dell'azione: 79,29 dollari.
Ultimo dividendo trimestrale: 0,41 dollari. 
Rendimento del dividendo: 2,1%.
Anni consecutivi di incrementi della cedola: 54.
Altre date di stacco della cedola: febbraio, maggio, agosto.
Anche se è solo al secondo posto nella classifica dei grandi gruppi specializzati nella vendita di materiali per l' Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

............
Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.