-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

venerdì 18 agosto 2017

Trump e terrorismo pesano sulle Borse. Milano risale dai minimi


E' salito a tre il numero di sedute consecutive al ribasso per la piazza azionaria giapponese che ha perso terreno anche oggi. L'indice Nikkei 225 ha ceduto l'1,18%, riportandosi sui livelli di inizio maggio, complice anche l'apprezzamento dello yen nei confronti del dollaro.
Quest'ultimo arretra per via dei dubbi sulla reale capacità del presidente Trump di portare avanti la sua agenda economica.
Gli acquisti sullo yen sono stati favoriti anche dai timori legati agli attentati terroristici che hanno colpito ieri Barcellona e Cambrils, provocando la morte di 13 persone e il ferimento di almeno un centinaio.
Le vendite hanno la meglio anche in Europa dove il Dax30 contiene le perdite ad un calo dello 0,63%, mentre il Ftse100 e il Cac40 arretrano con più decisione, scendendo rispettivamente dello 0,94% e dell'1,03%.


Anche sui listini del Vecchio Continente pesano i timori legati agli eventi sanguinosi di ieri in Spagna, ma al contempo si guarda con apprensione agli sviluppi dell'agenda economica di Trump, dopo che il presidente americano ha abbandonato i piani per la creazione di un consiglio per le infrastrutture.
Sul fronte macro intanto in Europa è stato diffuso il dato relativo alla bilancia delle partite correnti che a giugno ha mostrato un surplus pari a 21,2 miliardi di euro, in netta contrazione rispetto alla lettura del mese precedente rivista verso l'alto da 30,1 a 30,5 miliardi di euro.
In Germania i prezzi alla produzione a luglio hanno evidenziato una variazione positiva dello 0,2% rispetto all'indicazione sulla parità di giugno.

Il dato si è rivelato migliore delle attese che puntavano ad una conferma della lettura precedente.
Segno meno anche a Piazza Affari dove il Ftse Mib ha già recuperato dai minimi segnati a ridosso dei 21.550 punti, presentandosi circa 100 punti più in alto con un calo dello 0,59%.
Tra le blue chips in controtendenza troviamo alcuni bancari e si tratta in particolare di Banco BPM e Bper Banca che salgono dello 0,68% e dello 0,29%,seguiti da Ubi banca che si accontenta di un frazionale rialzo dello 0,05%.

Poco sotto la parità Unicredit e Intesa Sanpaolo con un calo dello 0,2% entrambi, mentre Mediobanca mostra un ribasso dello 0,45%.
Il rialzo dei prezzi del petrolio al di sopra dei 47 dollari al barile permette ai titoli del settore oil di mantenersi in qualche modo a galla. Saipem ed ENI viaggiano in calo dello 0,07%, seguiti da Tenaris che cede lo 0,17%.
Male STM che arretra dell'1,87% sulla scia della flessione accusata ieri dal Nasdaq e le vendite colpiscono anche Buzzi Unicem che cala dell'1,47% dopo lo slittamento del piano per le infrastrutture negli Stati Uniti. 
Ancora vendite per Fca che viaggia in rosso dell'1,58% dopo che altri gruppi cinesi hanno fatto sapere di non avere al momento piani per l'acquisizione del gruppo guidato da Marchionne.
Sul fronte macro Usa è previsto un solo aggiornamento macro e si tratta del dato preliminare della fiducia Michigan che ad agosto è atteso a 94 punti, in rialzo rispetto ai 93,4 punti della versione definitiva di luglio.
In agenda un discorso di Robert Kaplan, presidente della Fed di Dallas.
Prima dell'avvio degli scambi a Wall Street saranno resi noti i risultati degli ultimi tre mesi di Foot Locker e di Deere & Co.

che per non deludere le attese dovranno centrare l'obiettivo di un utile per azione pari rispettivamente a 0,91  e a 1,91 dollari.
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

............
Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.