-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

martedì 1 agosto 2017

Piazza Affari: gli acquirenti devono mostrarsi più decisi ora


Gli acquisti sono tornati a dominare la scena sulle Borse europee che dopo il calo di ieri hanno ripreso tutte la via dei guadagni oggi. Il Cac40 e il Ftse100 sono saliti rispettivamente dello 0,65% e dello 0,7%, preceduti dal Dax30 che si è apprezzato dell'1,1%.

Ftse Mib nuovamente alle prese con gli ultimi massimi

Conclusione positiva anche a Piazza Affari che ha visto il Ftse Mib terminare gli scambi sui massimi intraday a 21.612 punti, con un vantaggio dello 0,59%, dopo aver segnato un minimo a 21.471 punti.


Il Ftse Mib ha continuato a spingersi in avanti tornano a mettere sotto pressione l'area dei 21.600 punti già testata di recente. Con una conferma al di sopra di tale livello l'indice potrà allungare il passo verso i massimi dell'anno in area 21.800 segnati a maggio scorso.
Se l'indice riuscirà ad avere ragione anche di questo ostacolo allora si potrà assistere ad un approdo in area 22.000, oltre cui ci sarà un margine di upside verso i 22.400/22.500 punti nella migliore delle ipotesi.


Segnali di incertezza si avranno con ritorni al di sotto dei 21.500/21.400 punti, preludio ad un test dei 21.200/21.150 punti già raggiunti agli inizi della scorsa settimana.
La perdita di quest'ultimo sostegno favorirà ulteriori ripiegamenti verso area 21.000, sotto cui la discesa proseguirà verso i 20.800 punti prima e in seguito in direzione dei 20.550/20.500 punti.
Quest'ultimo sarà il supporto chiave che il Ftse Mib dovrà necessariamente difendere per evitare un'inversione di tendenza che potrebbe spingere i corsi dapprima verso i 20.000/19.950 punti, con conseguente chiusura del gap-up lasciato aperto lo scorso 24 aprile, e in seguito verso la soglia dei19.500 punti.
L'intonazione del mercato si conferma rialzista, ma sembra mancare quella spinta che permetta di dare vita all'allungo decisivo oltre i massimi, aprendo le porte ad ulteriori evoluzioni positive nel breve.

Sarà importante quindi un intervento rapido e deciso degli acquirenti, onde evitare di cedere nuovamente la mano ai ribassisti.

I market movers in America e in Europa

Sul fronte macro Usa per domani si segnala l'indice settimanale relativo alle richieste di mutui ipotecari, ma ben più rilevante sarà la stima ADP che a luglio dovrebbe segnalare la creazione di 185mila nuovi posti di lavoro nel settore privato, rispetto alla rilevazione precedente fermatasi a 158mila unità.
Nel pomeriggio sarà diffuso il report sulle scorte strategiche di petrolio da parte del Dipartimento dell'energia.


In calendario un discorso di Loretta Mester, presidente della Fed di Cleveland, ma a prendere la parola sarà anche John Williams, a capo della Fed di San Francisco.
Sul versante societario da seguire i risultati degli ultimi tre mesi di Groupon dai quali ci si attende un utile per azione pari a 0, mentre per Time Warner si tima un eps pari a 1,19 dollari.
A mercati chiusi si guarderà ai conti di Tesla che dovrebbe riportare una perdita per azione pari a 1,8 dollari. 
In Europa si conosceranno i prezzi alla produzione che a giugno dovrebbero mostrare una variazione negativa dello 0,1%, in recupero rispetto al calo dello 0,4% precedente.


Da seguire in Grecia l'asta dei titoli di Stato con scadenza a sei mesi per un ammontare massimo di 625 milioni di euro, mentre in Germania saranno offerti titoli con scadenza nel 2027 per un importo di 3 miliardi di euro.

I titoli da seguire a Piazza Affari

A Piazza Affari saranno diffusi i conti del secondo trimestre e del primo semestre di Ferrari, Generali, Poste Italiane, Tenaris, Unicredit e YNap.

Alla prova dei conti saranno chiamati anche Banca Farmafactoring, Cattolica Assicurazioni, Safilo Group, Astaldi, BE,Aedes, Banco diSardegna, Caltagirone, Dobank, Enervit, ItaliaOnline, Management&Capitali e Valsoia.
Sotto i riflettori Fca dopo che a luglio in Italia le immatricolazioni di auto sono cresciute del 5,93%, ma il gruppo del Lingotto questa volta ha performato meno bene, registrando vendite in aumento del 3,5%.

La quota di mercato si è attestata al 28,17%, in calo rispetto al 28,9% dello stesso periodo dello scorso anno.
Infine, uno sguardo ai titoli del settore oil in vista del report sulle scorte strategiche Usa che sarà diffuso nel pomeriggio.
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

............
Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.