-

Class CNBC
Share Video
Share Video
-04:40Live-04:40
Live

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

sabato 5 agosto 2017

Occhio alle insidie di un euro troppo forte

 
La settimana che si conclude oggi ha visto la stagione delle trimestrali entrare nel vivo, soprattutto per quanto riguarda Piazza Affari. Il mercato italiano è stato premiato per le tante storie societarie di successo presenti fra le 40 aziende a maggior capitalizzazione, attestate da trimestrali che nella maggior parte dei casi hanno battuto le stime degli analisti.
UniCredit (EUREX: DE000A163206.EX - notizie) dopo la cura da cavallo sottoposta dall’amministratore delegato Jean Pierre Mustier, fatta di un aumento di capitale e cessioni di asset importanti, ha attestato un recovery della redditività monstre inanellando una serie di risultati economici positivi impressionanti. Il titolo in Borsa ne ha beneficiato prontamente, andando a generare più di un segnale long andando a doppiare i precedenti massimi relativi risalenti allo scorso maggio. 
La chiara direzionalità presa dal titolo potrebbe indurre a cavalcare questo rally. Ad esempio prendendo posizione su un Certificate Turbo long con Isin NL0012164602 . Il Certificate presenta una leva 5 e una barriera posizionata a 14,50 euro, un prezzo che dista dalle attuali quotazioni si quasi un 20 punti percentuali. 
Un’altra azienda in saluta che procede spedita seguendo le linee guida del proprio piano industriale è FCA. A differenza di UniCredit, il titolo non ha spiccato il volo in Borsa dopo la pubblicazione dei numeri del trimestre, tuttavia il prezzo sembra dirigersi a piccoli passi verso gli obiettivi di medio e lungo termine.
Al momento la tendenza in atto sembra confermare la rotazione in atto nel comparto azionario a favore dei mercati di frontiera, come è quello italiano. Attenzione però alle insidie che potrebbero provenire da un euro troppo forte. 
A fare le spese di una moneta unica forte, per il momento, è solamente il mercato tedesco. L’indice Dax di Francoforte nell’ultimo mese ha accusato una pesante correzione tecnica che ha praticamente cancellato tutta la strada fatta a partire dalle elezioni francesi di aprile ad oggi. Ad attestare questa tendenza vi è ad esempio l’aumento delle scommesse ribassiste sul mercato tedesco attraverso il contratto Mini future Short sul Dax (Isin NL0011008511 ). Lo strumento andrà in scadenza a fine anno (14.12.2017) e al momento presenta un’interessante livello di leva (8,1x) abbinato ad una distanza dal valore di knock out pari al 6,72% che mette per il momento in cassaforte le scommesse direzionali sul basket.

Nessun commento:

Posta un commento

CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

............
Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.