-

Class CNBC
Share Video
Share Video
-04:40Live-04:40
Live

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

giovedì 10 agosto 2017

Le tensioni geopolitiche frenano le Borse. Male Unicredit

Le tensioni geopolitiche frenano le Borse. Male Unicredit
Terza seduta consecutiva con il segno meno per la piazza azionaria giapponese che oggi però si è difesa decisamente meglio rispetto alla vigilia. L'indice Nikkei 225 ha terminato gli scambi poco al di sotto della parità, con un frazionale calo dello 0,05%, segnalando così un potenziale allentamento delle tensioni tra Stati Uniti e Corea del Nord, protagonisti di uno scontro, per quanto acceso, solo verbale al momento.
Le tensioni geopolitiche sembrano continuare a pesare sulle Borse europee che dopo un avvio poco mosso si sono progressivamente indebolite. Al momento il Ftse100 arretra dell'1,14%, seguito dal Dax30 e dal Cac40 che perdono rispettivamente lo 0,73% e lo 0,54%.
Deludente l'unico dato macro di oggi in Europa diffuso in Francia dove la produzione industriale a giugno ha evidenziato una variazione negativa dell'1,1%, in netto calo rispetto al rialzo dell'1,9%. L'indicazione odierna è stata inferiore alle previsioni degli analisti che si erano preparati ad un ribasso meno marcato dello 0,6%.
In rosso anche Piazza Affari dove il Ftse Mib negli ultimi minuti sta segnando nuovi minimi di giornata ad un passo dai 21.750 punti, con un calo dello 0,39%.
Tra le blue chips in controtendenza segnaliamo Campari (Milano: CPR.MI - notizie) che sale dell'1,42% dopo le recenti flessioni e spunti positivi sono offerti da Snam (Amsterdam: QE6.AS - notizie) e Terna (Amsterdam: TX6.AS - notizie) che avanzano rispettivamente dello 0,69% e dello 0,24%, diversamente da altre utilities come Enel (Londra: 0NRE.L - notizie) e A2A (EUREX: 928195.EX - notizie) che calano dello 0,08% e dello 0,21%.
In rialzo dello 0,3% Atlantia (Londra: 0I2R.L - notizie) anche se Banca IMI ha modificato il rating sul titolo da "buy" a "add", con un prezzo obiettivo che sale però da 27,5 a 30,2 euro.
Incerti i petroliferi che vedono ENI (Londra: 0N9S.L - notizie) appena sopra la parità, diversamente da Tenaris (Amsterdam: TS6.AS - notizie) e Saipem (Londra: 0NWY.L - notizie) che calano rispettivamente dello 0,17% e dello 0,28%.
Segno meno per le banche con Unicredit (EUREX: DE000A163206.EX - notizie) che perde l'1,44% anche se Berenberg ha confermato la raccomandazione "buy" sul titolo, con un prezzo obiettivo alzato da 15 a 16 euro. Ubi Banca (Amsterdam: UF8.AS - notizie) cede lo 0,83%, mentre Bper Banca e Banco BPM viaggiano in calo di circa mezzo punto entrambi, seguiti da Intesa Sanpaolo (Amsterdam: IO6.AS - notizie) e Mediobanca (Milano: MB.MI - notizie) che arretrano dello 0,4% e dello 0,12%. 
Sul fronte macro Usa oggi si conosceranno le nuove richieste di sussidi di disoccupazione che dovrebbero calare da 240mila a a 238mila unità. L'indice dei prezzi alla produzione a luglio è visto in rialzo dallo 0,1%, in linea con la lettura precedente.
Da segnalare un discorso di William Dudley, presidente della Fed di New York.
Da seguire prima dell'avvio degli scambi i risultati degli ultimi tre mesi di Macy's con un eps atteso di 0,46 dollari, mentre a mercati chiusi si guarderà ai conti di News Corp che dovrebbe consegnare un utile per azione pari a 0,1 dollari. Dalla trimestrale di Snap ci si attende un eps di 0,14 dollari, mentre Nvidia Corporation (Francoforte: 918422 - notizie) dovrebbe riportare un utile per azione di 0,69 dollari.

Nessun commento:

Posta un commento

CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

............
Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.