-

Class CNBC
Share Video
Share Video
-04:40Live-04:40
Live

PER MANTENERTI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

venerdì 11 agosto 2017

L'Angolo del Trader


Sale la tensione tra Vivendi e il governo italiano sulla questione del controllo di fatto di Telecom Italia da parte dei francesi. Vivendi ha comunicato all'esecutivo, attraverso un parere tecnico firmato dagli avvocati Sabino Cassese e Andrea Zoppini, che il suo ruolo crescente in Telecom non configura il controllo della società e che quindi non ci sono i presupposti per l'utilizzo del potere di veto (golden power) da parte di Palazzo Chigi.
Repubblica riferisce però che il governo ritiene che il "licenziamento" dell'ormai ex a.d. Flavio Cattaneo, e il successivo arrivo di Amos Genish (proveniente direttamente da Vivendi) come direttore generale, possa essere sufficiente a provare il controllo del colosso francese su Telecom. L'analisi del grafico di Telecom Italia evidenziala correzione delle ultime sedute e l'avvicinamento alle ex resistenze a 0,84 euro circa.

L'eventuale violazione di questi riferimenti creerebbe le premesse per il ritorno sul minimo di luglio a 0,7825. Sopra il recente massimo a 0,8890 probabile attacco al massimo annuale a 0,9160.
Gran denaro giovedì su Banca Intermobiliare in vista della scadenza, a fine agosto, per la presentazione di offerte vincolanti per il 74% dell'istituto controllato da Veneto Banca in liquidazione.
Secondo indiscrezioni di stampa quattro o cinque dovrebbero essere le offerte che arriveranno all'advisor Lazard. Una volta chiusa la gara il vincitore lancerà un'OPA obbligatoria sul capitale residuo. Il titolo arriva a sfiorare il 10% di guadagno con un massimo intraday a 1,38 euro (chiusura mercoledì a 1,26 euro).

In un mercato così condizionato dalle notizie l'analisi tecnica ha un ruolo marginale, almeno da un punto di vista previsionale. I grafici sono però in ogni caso utili per determinare possibili target, nel caso di Bim si nota una forte resistenza a 1,55/57 euro, area di massimi a marzo, aprile a giugno, che potrebbe venire raggiunta in caso di superamento di area 1,40.
Evidente anche un forte supporto, a 1,20, dove si colloca la base del piccolo "doppio minimo" disegnato dai prezzi nelle ultime sedute, figura che ha fornito la base per il rialzo odierno. Discese al di sotto di area 1,20 segnalerebbero quindi una diminuzione di interesse da parte del mercato per il titolo.
Resta in alto mare la definizione della questione STX France che vede coinvolta Fincantieri. Il governo francese ha di fatto bloccato la legittima acquisizione del 66% del gruppo cantieristico transalpino, proponendo una suddivisione 50-50 dell'azionariato.

La mediazione del governo italiano (azionista di controllo di Fincantieri tramite Fintecna e Cdp) non ha sortito risultati. In un'intervista a Repubblica il Ministro dello Sviluppo Economico Carlo Calenda ha ribadito che Fincantieri non accetterà una partecipazione inferiore al 51%. L'analisi del grafico di Fincantieri evidenzia la recente brusca correzione che ha ricondotto le quotazioni a ridosso dei minimi di fine luglio a 0,9120 euro.
In caso di rottura di questo sostegno si creerebbero le premesse per un approfondimento verso area 0,80. Concreti segnali di forza solo oltre 1,03 per il record storico a 1,10.
(SF - www.ftaonline.com)
Autore: Financial Trend Analysis Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

............
Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.