-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

martedì 29 agosto 2017

La Debolezza del Dollaro e i Segnali a Livello Globale Fanno Scattare in Rialzo i Prezzi dell’Oro

Ieri finalmente i prezzi dell’oro hanno superato il loro limite massimo, sulla base della debolezza del dollaro e di un nuovo incremento delle tensioni a livello geopolitico. La mossa era attesa da lungo tempo e lo avevamo anche indicato in molte delle nostre previsioni. Eravamo convinti che sarebbe stata solo questione di tempo e il fatto che il metallo aurifero non avesse mostrato alcuna correzione, nemmeno durante i periodi di rafforzamento del dollaro, era un’indicazione evidente che erano in corso acquisti consistenti di questo strumento. Questa mossa si è verificata nonostante il mercato londinese non abbia ancora avuto modo di reagire alle dichiarazioni della Yellen e di Draghi; restiamo in attesa di vedere come reagirà il mercato quando aprirà la sessione odierna.

L’Oro Potrebbe Mostrare Ulteriori Rialzi

Nel suo discorso di venerdì, la Yellen ha scelto di non offrire alcun sostegno al dollaro in caduta, dando un segnale chiaro ai mercati che hanno cominciato a vendere la moneta statunitense. Questo ha contribuito a spingere i prezzi dell’oro oltre la regione di forte resistenza, intorno ai 1300$, nel corso della sessione di ieri. Inoltre, nel corso della notte, ci sono state notizie di un altro test missilistico da parte della Corea del Nord e ciò ha incrementato le incertezze e i rischi globali, che a loro volta hanno permesso la mossa in rialzo dei prezzi del metallo aurifero. Prevediamo che questo andamento positivo dei prezzi proseguirà per il corso del breve e medio periodo, dato che la pressione rialzista sui prezzi auriferi è destinata a permanere a seguito della debolezza del dollaro.
Oro grafico giornaliero, 29 agosto 2017
Contrariamente all’oro, ieri i prezzi petroliferi sono crollati, per i timori sulla domanda di combustibile, che continuano ad aleggiare sui mercati del greggio. Con il ciclone Harvey che sta colpendo duramente il Texas, è probabile che parecchie raffinerie di quella regione vengano chiuse e ciò avrà un impatto negativo sulla domanda nel corso del breve termine. Questo è stato il motivo determinante del crollo dei prezzi del petrolio, tuttavia crediamo che nel medio periodo il mercato petrolifero riprenderà la propria forza e prevediamo che i prezzi faranno un balzo più presto di quanto si possa pensare.
Anche i prezzi dell’argento hanno ricevuto una spinta dall’aumento dei rischi globali e dalla debolezza del dollaro; al momento l’argento viene scambiato appena al di sotto del livello dei 17,5$ e sembra pronto a raggiungere il livello dei 18$ nel corso del breve termine.
This article was originally posted on FX Empire

Nessun commento:

Posta un commento

CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

............
Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.