-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

mercoledì 30 agosto 2017

Investitori attendisti in vista della riunione della BCE

 
Trump ha freddato i tori del dollaro USA, tregua non prima del 7 settembre
By Arnaud Masset
Dopo essere precipitato ieri contro le altre valute principali sulla scia delle crescenti tensioni fra la Corea del Nord e più o meno il resto del mondo, martedì l’USD ha recuperato le perdite grazie al miglioramento della propensione al rischio. Ieri l’indice del dollaro ha segnato un minimo pluriennale, scendendo dello 0,70% a 91,64, livello minimo da gennaio 2015. Mercoledì l’indice è rimbalzato dello 0,25%, a 92,45, sulla scia delle vendite di yen giapponese e moneta unica, in calo rispettivamente dello 0,35% e dello 0,18%.
Nelle ultime due settimane, il mercato forex è stato per lo più in balia dalle piroette di Donald Trump, oltre che dei discorsi dei banchieri centrali. Questa settimana l’attenzione del mercato si sposterà sui dati economici USA. I membri della Fed non dovrebbero farsi sentire questa settimana – è previsto solo l’intervento di Powell a una conferenza oggi pomeriggio.
Oggi gli operatori monitoreranno le variazioni nell’occupazione del rapporto ADP (previsione: 185 mila, precedente: 178 mila) e il PIL sul secondo trimestre (seconda lettura), che dovrebbe attestarsi al 2,7% t/t (su base annua). Giovedì lo spettacolo continuerà con la pubblicazione dei redditi e delle spese personali, viste entrambe in miglioramento a luglio, in rialzo rispettivamente dello 0,3% m/m e dello 0,4% m/m. Poi sarà la volta dell’indice sull’inflazione preferito dalla Fed, il PCE core, che a luglio dovrebbe essere sceso di nuovo, gli economisti prevedono infatti un rilevamento pari all’1,4% a/a. Per concludere, venerdì sarà pubblicato il dato NFP (previsione: 180 mila; precedente: 205 mila), insieme al rapporto sul lavoro completo.
Insostenibile la ripresa della GBP
By Peter Rosenstreich
La GBP si è ripresa leggermente, anche se probabilmente si tratta di una correzione di breve termine e non di una svolta strutturale. La coppia GBP/USD si sta consolidando intorno al manico a 1,30, mentre l’EUR/GBP, nel suo canale rialzista, non trova una vera resistenza fino a 0,9415. La Banca d’Inghilterra rimane accomodante, cosa che si riflette sui prezzi del mercato. Le aspettative di un rialzo del tasso d’interesse rimangono basse, non si prevedono rialzi fino alla fine del 2019. Nonostante il miglioramento delle prospettive d’inflazione, non crediamo che la BoE (Shenzhen: 000725.SZ - notizie) passerà a una modalità di restringimento vera e propria finché non vi sarà un orientamento politico chiaro sulla Brexit. Gran parte dell’indice ponderato in funzione degli scambi (TWI) della GBP è composta da EUR, quindi l’ampio rialzo dell’EUR/GBP sarà motivo di preoccupazione per i banchieri della BoE e farà rallentare le prospettive d’inflazione, attualmente in miglioramento.
I negoziati sulla Brexit e i titoloni dei giornali guideranno l’andamento della GBP, tuttavia sembra prevalere la divisione sull’unità, infatti non si stanno compiendo progressi sulla legge sulla Brexit. I congressi dei partiti britannici a ottobre aiuteranno a fare chiarezza sullo spessore del discorso politico. Gli investitori seguiranno con attenzione le elezioni in Germania e i congressi di ottobre nel Regno Unito per le indicazioni cruciali dei politici (N.B.: parole dure sulla Brexit di solito fanno segnare punti facili). Crediamo che l’economia interna passerà in secondo piano rispetto alla politica, e ciò peserà sulla GBP. Per quanto riguarda l’Europa, i commenti filo-Europa e filo-UE su una maggiore integrazione finanziaria della tedesca Merkel e del francese Macron suggeriscono che una vittoria netta di Merkel causerà un rafforzamento dell’euro. L’EUR/USD sopra 1,20 e la nostra prospettiva favorevole sulle condizioni economiche e politiche in Europa suggeriscono un ulteriore rialzo per la coppia.

Nessun commento:

Posta un commento

CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

............
Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.